IQNA

8:29 - February 05, 2019
Notizie ID: 3483697
Iqna - Sono impressionanti le cifre causate dagli oltre 1400 giorni di aggressione militare saudita contro lo Yemen. Le statistiche mostrano che dall’inizio del conflitto (marzo 2015) il numero dei civili rimasti uccisi o feriti ha raggiunto quota 40546

Sono impressionanti le cifre causate dagli oltre 1400 giorni di aggressione militare saudita contro lo Yemen. Le statistiche mostrano che dall’inizio del conflitto (marzo 2015) il numero dei civili rimasti uccisi o feriti ha raggiunto quota 40546.

Il Centro per i diritti e lo sviluppo Ain Al-Ensania di Sana’a ha rilasciato la scorsa settimana le ultime statistiche che includono il numero di vittime civili durante i 1400 giorni dellaggressione saudita contro lo Yemen, così come i danni alle infrastrutture e ai servizi di base. 

Le statistiche mostrano che il numero dei civili morti o feriti ha raggiunto 40546 dall’inizio della guerra.

Le statistiche del centro riportano che il numero di bambini uccisi ha raggiunto quota 3495, mentre quelli feriti sono 3497.

 Il numero di donne uccise nello stesso periodo è di 2.250, mentre 2524 donne sono rimaste ferite. 

Secondo le statistiche, il numero di civili uccisi ammonta a 10120 e nello stesso periodo sono stati feriti 18712 uomini.

Per quanto riguarda le perdite e le violazioni delle strutture sanitarie e scolastiche, le statistiche del centro riportano che ci sono 365 strutture sanitarie completamente o parzialmente distrutte a causa dei bombardamenti della coalizione saudita. 

Mentre sono 984 le scuole e i centri educativi che sono stati completamente o parzialmente distrutti durante lo stesso periodo. L’aggressione ha anche distrutto 1159 moschee, 1552 fonti e strutture idriche, 236 siti archeologici e 437.167 abitazioni.

Yemen, quattro anni di terrore

L’Arabia Saudita e i suoi alleati hanno attaccato lo Yemen nel marzo 2015 e imposto un rigido blocco che impedisce l’accesso al cibo e l’assistenza medica essenziale al Paese già devastato dalla guerra. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, da allora sono state uccise oltre 16mila persone. Alcuni gruppi per i diritti umani, tuttavia, stimano che il numero delle vittime potrebbe essere cinque volte superiore. I colloqui di pace hanno portato a un precario cessate il fuoco nella strategica città portuale di Hodeidah, ma già si sono registrate decine di violazioni da parte della coalizione guidata dal regime saudita.

 

ilfarosulmondo.it

Nome:
Email:
* Commento: