IQNA

23:54 - February 07, 2019
Notizie ID: 3483701
Abuja-Iqna- Il Movimento islamico in Nigeria (IMN) ha detto che l'esercito del paese sta complottando per uccidere il massimo esponente religioso islamico Sheikh Ibrahim Zakzaky in una sparatoria "messa in scena"

Le forze di sicurezza nigeriane complottano per uccidere Sheikh Zakzaky

In una dichiarazione mercoledì, l'IMN ha esposto un piano delle agenzie di sicurezza in Nigeria per uccidere Sheikh Zakzaky mentre era nel suo centro di detenzione.

La trama per uccidere il religioso superiore emanava da una lettera esposta - intitolata "Piani del movimento islamico in Nigeria per incastrare strutture di detenzione selezionate nel paese durante le elezioni generali del 2019" - inviata all'ufficio dell'Ispettore Generale di Polizia dall'ufficio di il consigliere per la sicurezza nazionale (NSA).

La dichiarazione dell'IMN, firmata da SI Shuaib a nome del Forum accademico dell'IMN, ha dichiarato che "il 25 gennaio 2019, l'ufficio del consigliere per la sicurezza nazionale, ha scritto una lettera all'ispettore generale della polizia, dicendogli alcune bugie inventate che il Il Movimento islamico sta pianificando di attaccare alcune strutture detentive selezionate nel paese durante le elezioni generali del 2019 ".

L'IMN ha dichiarato nella sua dichiarazione che l'esercito vuole mettere in scena gli attacchi tramite un finto gruppo musulmano sciita contro alcuni centri di detenzione, tra cui quelli che stanno mantenendo l'obiettivo principale, ha riferito Sheikh Zakzaky, Press TV.

"Questo darà loro la possibilità di incorniciare una storia che gli sciiti hanno tentato di liberare con la forza Sheikh Zakzaky e altri, quindi c'è stato uno scontro a fuoco e, di conseguenza, hanno sparato al loro leader", ha detto la dichiarazione.

L'IMN ha sottolineato che ha sempre rispettato la legge e continuerà a farlo.

Il movimento seguirà solo le vie legali per garantire la liberazione di Zakzaky, ha aggiunto.

La dichiarazione afferma che tutti i nigeriani e il resto del mondo sanno che il movimento islamico non è armato, aggiungendo che "questa trama fallirà".

Ha anche indicato le uccisioni di centinaia di sostenitori dell'IMN da parte dell'esercito nel 2015, e ha detto che a quel tempo, il movimento ha intentato una causa contro i perpetratori e non ha mai usato violenza.

Zakzaky, il leader del Movimento islamico in Nigeria, è stato detenuto in detenzione dal dicembre 2015 ed è stato accusato solo nell'aprile 2018 con omicidio, omicidio colposo, assemblea illegale, interruzione della pace pubblica e altre accuse. Si è dichiarato non colpevole.

Nel 2016, l'Alta corte federale della Nigeria ha ordinato il suo rilascio incondizionato dal carcere dopo un processo, ma il governo ha finora rifiutato di liberarlo.

Il chierico di spicco, che ha circa 60 anni, ha perso la vista di sinistra in un raid che è stato effettuato dall'esercito nigeriano nella sua residenza nella città settentrionale di Zaria nel dicembre 2015.

Durante il raid, la moglie di Zakzaky ha subito gravi ferite e oltre 300 dei suoi seguaci e tre dei suoi figli sono stati uccisi. Zakzaky, sua moglie e un gran numero di seguaci del chierico sono da allora in custodia.

 

 

 

 

 

Iqna-E' autorizzata la riproduzione esclusivamente citando la fonte

Nome:
Email:
* Commento: