IQNA

Gran Bretagna: nuovo studio rivela un alto livello di discriminazione contro musulmani e persone di colore

23:57 - July 26, 2022
Notizie ID: 3487833
Tehran-Iqna- Secondo un nuovo studio, musulmani e persone di colore stanno affrontando i più alti livelli di discriminazione in tutta la Gran Bretagna

Gran Bretagna: nuovo studio rivela un alto livello di discriminazione contro musulmani e persone di colore

 

Secondo un nuovo studio, musulmani e persone di colore stanno affrontando i più alti livelli di discriminazione in tutta la Gran Bretagna.

I ricercatori dell'Università del Kent e del Belong Network hanno studiato i dati di un sondaggio sulle relazioni sociali in Gran Bretagna concentrandosi in particolare sugli atteggiamenti e sulle esperienze degli intervistati neri, musulmani e bianchi.

Il rapporto, intitolato "Discrimination, Prejudice and Cohesion - Intergroup relations between Black, Muslim and White people in Britain in the context of COVID-19 and beyond", ha rilevato che l'81% dei neri britannici e il 73% dei musulmani britannici segnalano di aver subito una qualche forma di discriminazione nel solo mese di luglio di quest'anno. Solo il 53% dei partecipanti al sondaggio che si identificano come bianchi ha riferito di episodi di discriminazione ed è stato il gruppo meno propenso a prendere il razzismo seriamente.

Alex Beer, responsabile del programma di welfare presso la Nuffield Foundation, ha chiesto un maggiore impegno per eliminare le disuguaglianze sistemiche.

“Razzismo, pregiudizio e discriminazione hanno un impatto reale sulla vita delle persone. Questa ricerca mostra che anche durante la pandemia, quando le regole di distanziamento sociale erano ancora in vigore, percentuali molto elevate di neri e musulmani in Gran Bretagna stavano subendo discriminazioni", ha affermato.

“La discriminazione razziale sistematica ha effetti dannosi anche sulla salute mentale delle persone e influisce sui risultati del mercato del lavoro. Come società, dobbiamo raddoppiare il nostro impegno nell'affrontare la discriminazione, aumentare la diversità nella vita pubblica e fronteggiare in modo proattivo le barriere all'inclusione per le comunità minoritarie ed i gruppi sottorappresentati".

Il nuovo rapporto dimostra l'importanza dell'"intersezionalità" e di come ciò modella le esperienze di discriminazione di diversi gruppi. Il termine indica come l'aumento dei livelli di discriminazione possa derivare dalla sovrapposizione di identità sociali, come razza e genere.

I dati hanno rivelato che l'89% delle donne nere più giovani e l'85% delle donne musulmane più giovani rischiano di subire discriminazioni di qualche tipo. Inoltre circa il 77% delle donne musulmane rischia di subire discriminazione rispetto al 67% degli uomini musulmani.

 

 

 

https://iqna.ir/en/news/3479847

Nome:
Email:
* Commento:
captcha