IQNA

Tehran-Iqna- Il religioso è stato sepolto presso il mausoleo di Fatima Masumeh (SA) nella città di Qom

Dipartita Ayatollah Fateminia: in decine di migliaia a funerali + FOTO

 

Decine di migliaia di persone hanno preso parte ieri nelle città di Tehran e Qom alle processioni funebri per la dipartita del religioso e studioso iraniano Ayatollah Seyyed Abdollah Fateminia.

L'Ayatollah Fateminia è stato sepolto ieri, poco prima del tramonto, presso il mausoleo di Hazrat Fatima Masumeh (AS), nella città di Qom, alla presenza di un gran numero di persone accorsi per dare l'ultimo saluto al religioso.

Ieri mattina sono stati invece i fedeli di Tehran a partecipare ad una processione funebre accompagnando la salma dello studioso.

Sempre ieri sera, prima del trasferimento del corpo del religioso a Qom, la Guida Suprema della Rivoluzione Islamica, l'Ayatollah Seyyed Ali Khamenei, ha compiuto l'ultima preghiera sul suo corpo.

L'Ayatollah Seyyed Abdollah Fateminia è stato un rinomato studioso di scienze islamiche esperto in particolare del campo degli Hadith e della storia islamica, così come in letteratura e poesia araba. A molti fedeli era noto in particolare per la sua attività come predicatore di etica islamica.

Fu inoltre un grande esperto e commentatore di Irfan (gnosticismo), sia teorica che pratica. Lui stesso si incamminò sulla via della purificazione spirituale e della gnosi, potendo usufruire nel suo cammino degli insegnamenti  di grandi maestri spirituali come l'Allameh Mohammad Hosein Tabatabai, l'Ayatollah Mohammad Taqi Behjat, l'Ayatollah Bahauddini e soprattutto l'Allameh Mostafavi a cui fu legato per ben trent'anni.

Quest'ultimo, insieme a diversi altri maestri dell'Ayatollah Fateminia, erano stati indirizzati ed accompagnati nel percorso sulla via della purificazione dal maestro Seyyed Ali Qazi, ritenuto da molti come il più grande gnostico musulmano sciita dello scorso secolo. Ciò fà sì che l'Ayatollah Fateminia venga considerato come discepolo indiretto di Seyyed Ali Qazi.

L'Ayatollah Fateminia fu inoltre autore di diverse opere come commenti alla Nahj al-Balagha e alla Sahifa al-Sajjadia.

 

 

 
 

 

 

Iqna-E' autorizzata la riproduzione citando la fonte