IQNA

16:26 - May 18, 2020
Notizie ID: 3485084
Tehran-Iqna- I fedeli hanno celebrato la terza delle notti di Qadr

Sabato notte, alla vigilia del giorno 23 del mese di Ramadan, il mondo islamico ha celebrato la terza delle notti di Qadr. 

Quest'anno, anche se i luoghi di culto sono stati riaperti per l'occasione dopo mesi di chiusura dovuta alla diffusione del coronavirus, a causa delle misure di distanziamento sociale e gli ingressi contingentati non è stato possibile organizzare nei luoghi pubblici grandi raduni di fedeli come negli anni precedenti, dove milioni di persone affollavano moschee, mausolei, piazze e vie per celebrare la ricorrenza.

La maggior parte dei fedeli hanno comunque tenuto la veglia e seguito i riti della prima notte di Qadr dalle proprie abitazioni attraverso collegamenti televisivi e sul web.

I fedeli hanno pregato e supplicato il proprio Signore chiedendo perdono per i propri peccati al cospetto del Creatore.

La notte di Qadr è una sola, ma nelle fonti islamiche la sua data esatta non è citata in modo esplicito. Secondo le tradizioni essa dovrebbe essere una  delle notti prima dei giorni 19, 21 e 23 del mese di Ramadan (secondo alcune fonti anche la notte prima del 27).
 
Comunque, per ricevere i vantaggi della Notte di Qadr, è meritevole passare tutte tre le notti in questione in veglia e in preghiera. Sempre secondo le tradizioni è importante usufruire di tutte tre le notti in quanto in tutte Iddio ha stabilito i frutti della propria misericordia. Nelle prime due il fedele raccoglie tramite i propri atti la sua parte, mentre nella terza ciò che ha raccolto viene definitivamente confermato e fissato.

 

Riportiamo qui alcune immagini delle celebrazioni al "Giardino dei Martiri" (il cimitero dedicato ai martiri) nella città di Tabriz.

 

 

 
 
Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: