IQNA

USA: insegnante sotto accusa dopo aver costretto bambina a rimuovere hijab

23:53 - October 12, 2021
Notizie ID: 3486752
Tehran-Iqna- Una famiglia musulmana di Maplewood, nello stato americano del New Jersey, esprime indignazione affermando che un insegnante ha costretto con la forza la loro bambina di sette anni a togliere l'hijab a scuola

USA: insegnante sotto accusa dopo aver costretto bambina a rimuovere hijab

Una famiglia musulmana di Maplewood, nello stato americano del New Jersey, esprime indignazione affermando che un insegnante ha costretto con la forza la loro bambina di sette anni a togliere l'hijab a scuola.

La madre di Sumayyah Wyatt, Cassandra Wyatt, ha detto a WABC-TV che sua figlia non è più interessata a indossare l'abito islamico dopo l'incidente alla scuola elementare Seth Boyden di Maplewood, un sobborgo a circa 15 miglia a ovest di New York City.

L'avvocato della famiglia ha detto che la bambina, che frequenta la seconda elementare, ha sempre indossato il velo a scuola come parte della sua fede islamica.

Ma mercoledì scorso l'insegnante le avrebbe detto di rimuoverlo. Quando ha resistito, l'insegnante ha strappato il velo alla bambina di fronte all'intera classe, ha detto l'avvocato.

"Alla fine l'insegnante riesce a toglierle l'hijab dalla testa, rivolgendosi poi alla bambina con la dichiarazione che 'I tuoi capelli sono belli'", ha detto l'avvocato.

"È incredibilmente inquietante. È molto, molto, simbolico del disprezzo della sua religione e sicuramente qualcosa che ha colpito i miei assistiti".

Cassandra Wyatt ha fatto sapere di aver sempre detto a sua figlia che il suo hijab è la sua protezione. "Ora mi ha chiesto: 'Beh, se questa è la mia protezione, il mio insegnante me l'ha tolto dalla testa.' Adesso come puoi spiegarlo a tua figlia?".

La sezione di New Jersey del Council on American-Islamic Relations (CAIR-NJ) ha paragonato il presunto incidente a "molestie" e "aggressioni".

"L'hijab è molto simile a qualsiasi altro capo di abbigliamento per una donna musulmana. Toglierlo pubblicamente può essere molto umiliante", ha affermato Selaedin Maksut, direttore esecutivo del CAIR-NJ.

Per Cassandra Wyatt le azioni dell'insegnante devono avere delle conseguenze. "Doveva sapere che era un hijab", ha detto. "Deve pagare per questo. Mi piacerebbe che si scusasse con mia figlia, e poi mia figlia si sentirebbe meglio".

Nel frattempo, l'avvocato Samantha Harris, che rappresenta l'insegnante di scuola elementare, ha rilasciato una dichiarazione in risposta alle accuse:

"Questa non è una storia su un insegnante che ha rimosso con la forza l'hijab di uno studente. Questa è una storia sui social media, sulla disinformazione e su cosa succede quando le persone pubblicizzano voci senza alcuna conoscenza o considerazione per la verità. (L'insegnante) no, come è stato affermato, rimuovere con la forza l'hijab di uno studente o dire a uno studente che non dovrebbe indossare un hijab. In conformità con la politica scolastica, (l'insegnante) ha ordinato a uno studente della sua classe di abbassare il cappuccio su quello che sembrava essere una felpa con cappuccio perché le bloccava gli occhi - e ha immediatamente annullato quella richiesta quando si è accorta che la studentessa indossava il cappuccio al posto del, anziché sopra, il suo solito hijab. La disinformazione condivisa sui social media ha causato danni enormi (l'insegnante) - un'insegnante che, dopo più di 30 anni di dedicare il cuore e l'anima a bambini di ogni provenienza, ha dovuto ora chiedere la protezione della polizia a causa delle minacce che sta ricevendo a seguito della diffusione di informazioni false zione sui social media".

Il distretto scolastico di South Orange Maplewood sta indagando sull'incidente. Il distretto scolastico non ha confermato l'identità dell'insegnante, ha riferito WABC-TV.

"Il distretto prende molto sul serio le questioni di discriminazione", hanno detto i funzionari in una nota. "Rimaniamo impegnati per la diversità, l'equità e l'inclusione in tutte le nostre scuole, inclusa la fornitura regolare di formazione anti-bias e anti-razzismo a tutti gli educatori del distretto".

L'avvocato della famiglia ha detto che sta lavorando per aiutare la famiglia a trovare una soluzione, ma ora si concentra su Sumayyah.

Le presunte azioni dell'insegnante hanno suscitato una reazione pubblica dopo che lo schermidore e medaglia olimpica Ibtihaj Muhammad, anche lui di Maplewood, è andato su Facebook per far luce sull'incidente. Muhammad è diventato il primo atleta olimpico americano a indossare un hijab durante i Giochi estivi 2016.

"Questo è un abuso", ha scritto. "Le scuole dovrebbero essere un rifugio in cui tutti i nostri ragazzi si sentano al sicuro, benvenuti e protetti, indipendentemente dalla loro fede".

Da allora la scuola del New Jersey ha ricevuto centinaia di chiamate che chiedevano la rimozione dell'insegnante di scuola elementare.

"Chiunque pensi che sia giusto fare questo a uno studente chiaramente non è adatto per essere un insegnante", ha detto Maksut.

 

 

 

 

https://iqna.ir/en

Nome:
Email:
* Commento:
captcha