IQNA

19:02 - November 30, 2021
Notizie ID: 3486923
Iqna - Herzog si è recato nella moschea, domenica, per partecipare a una cerimonia ebraica a lume di candela. Era accompagnato da un vasto spiegamento di agenti di polizia e coloni israeliani

OIC critica presidente israeliano per visita alla moschea di Ibrahimi

 

Lunedì, l’Organizzazione per la cooperazione islamica (OIC) ha condannato la visita del presidente israeliano, Isaac Herzog, alla moschea Ibrahimi, nella città di Hebron, in Cisgiordania, per celebrare la festa ebraica dell’Hanukkah.

Herzog si è recato nella moschea, domenica, per partecipare a una cerimonia ebraica a lume di candela. Era accompagnato da un vasto spiegamento di agenti di polizia e coloni israeliani.

In una dichiarazione, l’OIC, con sede a Jeddah, ha condannato la mossa come una “provocazione dei sentimenti dei musulmani” e una “continuazione degli attacchi israeliani contro i diritti del popolo palestinese, la loro terra ed i luoghi santi”.

Il gruppo pan-musulmano ha affermato che la visita del presidente israeliano “fa parte dei piani israeliani per ebraicizzare la moschea Ibrahimi e rafforzare la presa israeliana su di essa”.

L’OIC ha invitato la comunità internazionale ad “agire con urgenza per proteggere i luoghi santi e storici [in Palestina] e per costringere le autorità d’occupazione israeliane a rispettare la santità dei luoghi […]”.

Domenica, Sheikh Hefthi Abu Sneina, direttore della moschea Ibrahimi, ha affermato che le forze israeliane hanno chiuso la moschea e hanno impedito ai fedeli palestinesi di raggiungere il sito.

Dopo il massacro di 29 fedeli palestinesi all’interno della moschea, avvenuto nel 1994, effettuato dal colono estremista Baruch Goldstein, le autorità israeliane hanno diviso il complesso della moschea tra fedeli musulmani ed ebrei.

A luglio del 2017, il Comitato del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO decise di includere la Moschea Ibrahimi e la città vecchia di Hebron nella lista del Patrimonio Mondiale.

Hebron ospita circa 160 mila musulmani palestinesi e circa 500 coloni ebrei. Questi ultimi vivono in una serie di borghi per soli ebrei, pesantemente sorvegliati dalle truppe israeliane.

 

 

 

www.infopal.it

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: