IQNA

19:31 - May 11, 2022
Notizie ID: 3487567
Iqna - L’8 maggio 1945, le forze di occupazione francesi compirono un terribile massacro nelle aree di “Latif” e in altre regioni del Paese nel nord dell’Africa

Algeria ricorda olocausto da parte della Francia

 

Sono passati settantasette anni dal genocidio francese in Algeria, dove è avvenuto un vero e proprio olocausto. L’8 maggio 1945, le forze di occupazione francesi compirono un terribile massacro nelle aree di “Latif” e in altre regioni del Paese nel nord dell’Africa, afferma un rapporto pubblicato dall’agenzia di stampa Fars.

Secondo i dati ufficiali, 45mila algerini furono uccisi dall’esercito francese durante una manifestazione pacifica del popolo algerino che chiedeva l’indipendenza del proprio Paese e l’emancipazione dal dominio coloniale.

Sono passati circa 77 anni dal genocidio e il presidente algerino Abdelmadjid Tebboune ha dichiarato l’8 maggio “Giornata nazionale in ricordo del massacro”.

A questo proposito, un sociologo e ricercatore francese afferma che l’orribile massacro della Francia dell’8 maggio nelle aree “Latif” e “Kharatah” in Algeria è stato compiuto in seguito alla repressione diffusa che ha coinciso con l’invasione coloniale che mirava a sconfiggere la resistenza popolare dal 1830 fino al XX secolo.

Il 4 dicembre 1852, la Francia bombardò la città di “Laghouat” in Algeria con gas mostarda e commise un altro massacro. Questa azione è stata intrapresa in risposta alla resistenza popolare in quella città.

Dopo l’attacco delle forze militari francesi a quella città, tutte le case furono completamente evacuate. Un massacro orribile. Le case e le strade erano piene dei corpi di oltre 2.300 tra donne, bambini e uomini. Attraverso questo vero olocausto, la Francia aveva bisogno di dimostrare il suo potere alle tribù in guerra nel deserto.

 

 

 

ilfarosulmondo.it

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: