IQNA

Tasu'a

9:23 - August 07, 2022
Notizie ID: 3487875
Tehran-Iqna- Oggi, giorno 9 del mese di Moharram, il mondo islamico sciita commemora la giornata di Tasu'a, ovvero il ricordo del martirio di Abolfazl al-Abbas (Che la pace sia su di lui)

Tasu'a

 

Oggi, giorno 9 del mese di Moharram, il mondo islamico sciita commemora la giornata di Tasu'a, ovvero il ricordo del martirio di Abolfazl al-Abbas (Che la pace sia su di lui).

Abolfazl al-Abbas è figlio dell’Imam Ali (AS) e Umm al-Banin, la sposa dell’Imam Ali dopo il martirio di Fatima Zahra (SA).

Abolfazl cadde martire, insieme agli altri martiri di Karbala, nel giorno di Ashura, ovvero il dieci di Moharram, ma per convenzione si è dedicato il giorno 9 del mese al ricordo della sua figura.

Seguì suo padre e i suoi fratelli, gli Imam Hasan (AS) e Hoseyn (AS), nelle loro azioni, e fu a fianco alI’Imam Hoseyn nella battaglia di Karbala contro il califfo e tiranno Yazid bin Muawiah, dove portava lo stendardo della piccola armata del fratello (72 uomini) e dove trovò il martirio:

Fuori dal campo di battaglia, gli uomini di ‘Umar ibn Sa’d (comandante delle truppe di Yazid) avevano bloccato l’accesso all’acqua agli uomini e alla famiglia (compresi donne e bambini) dell'Imam Hoseyn. Fu così che Abbas decise, con l'intento di dissetare perlomeno le donne ed i bambini, di intraprendere un’incursione con una brocca per procurarsi dell’acqua da un canale sorvegliato dal nemico. Riuscì nell’azione e, trovandosi davanti all’acqua, riempì la brocca e tornò indietro rinunciando a bere lui stesso. Non riuscì però a raggiungere il proprio accampamento in quanto dopo essere stato circondato da un elevato numero di nemici raggiunse il martirio combattendo. In un primo momento i soldati nemici non riuscendo a contenerlo e temendo il coraggio e la forza di Abolfaz, gli scagliarono contro decine di freccie dalla distanza che lo colpirono in diverse parti del corpo tra cui un occhio, dopodichè, visto il suo indebolimento, si avvicinarono tagliandogli un braccio. A quel punto Abalfazl afferrò la brocca d'acqua con l'altra mano, che fu però anch'essa tagliata. Prese la brocca con la bocca, ma un colpo alla testa lo fece cadere dal cavallo, con i nemici all’assalto, come iene, per infierire sul corpo ferito di Abolfazl.

La posizione ed il valore di Abolfazl al-Abbas (AS) al cospetto di Dio è tale che coloro i quali sono stati devoti alla sua figura nel mondo terreno otterranno da lui l’intercessione per il perdono dei propri peccati nel Giorno del Giudizio.

Il suo corpo riposa a Karbala, in Iraq, in un mausoleo di fronte a quello dell'Imam Hoseyn (AS).

 

 

 

 

Iqna-E' autorizzata la riproduzione citando la fonte

Nome:
Email:
* Commento:
captcha