IQNA

3:11 - April 30, 2017
Notizie ID: 3481620
Iqna - Al-Husayn (A) attraverso delle brevi testimonianze del Profeta (S)

L'Imam Husayn (A) nelle fonti sunnite



Al Husayn un essere purificato ed infallibile

- Riporta al-Samhoudi (e riporta Anas citato dall’Imam Ahmad ibn Hanbal):
"Il Profeta veniva ogni mattina alla porta di Ali, Fatima, al-Hasan e al-Husayn e, tenendosi ai due pali (della porta), egli esclamava tre volte: "Alla preghiera, alla preghiera, alla preghiera”, recitando poi questo versetto coranico:
"O Gente della Casa (Ahl al-Bayt): Allah non vuole altro che allontanare da voi ogni sozzura e rendervi del tutto puri.” (Corano, XXXIII, 33) 
(citato da Abbas Mahmoud al-Aqqàd in "Al-‘Abqariyyàt al-Islàmiyyeh 2”, Dàr al-Kitàb al-Lubnàni, Beyrut, p. 314; e da Ibn Kathir "Istisha-hàd al-Husayn”, Matba’at al-Madani, Il Cairo, p. 138)

 

Il Profeta (S), al-Husayn e il Giorno della Resurrezione

L’Imam ‘Ali (A), citato dall’Imam Ahmad ibn Hanbal, ha raccontato:
"Un giorno il Messaggero di Dio entrò da noi, allorché io dormivo (…). Fatima, al-Hasan e al-Husayn erano lì. Egli disse allora a Fatima: 
"Io, te, questi due e colui che dorme, occuperemo insieme una stessa posizione il Giorno della Resurrezione.” 
(citato da Ibn Khatir, "Istisha-hàd al-Husayn”, op.cit., p. 12)

 

Il Signore della Gioventù del Paradiso

Abi Sa’id al-Khidri, citato dall’Imam Ahmad ibn Hanbal, testimoniò:
"Il Profeta ha detto: al-Hasan e al-Husayn sono i due signori della gioventù del Paradiso” 
(citato da Ibn Khatir, "Istisha-hàd al-Husayn”, op.cit., p. 140)

Ibn Sàbit, citato dall’Imam Ahmad ibn Hanbal, testimoniò:
"Al-Husayn ibn Alì entrò un giorno nella moschea: Jàbir ibn Abdullah disse allora: "Colui che ama vedere il signore della gioventù del Paradiso, che guardi costui (al-Husayn). E’ quello che io ho sentito dal Profeta.” 
(citato da Ibn Khatir "Istisha-hàd al-Husayn”, op. cit., p.140).

 

Il Profeta (S): il primo a parlare del martirio di al-Husayn

L’Imam Alì (A), citato dall’Imam Ahmad ibn Hanbal ha raccontato:
"Un giorno, entrando dal Messaggero di Dio, vidi che i suoi occhi versavano lacrime. Gli domandai allora:
- Cos’è che ti fa piangere, o Messaggero di Dio?
- L’Angelo Gabriele – disse – è venuto da me. Egli mi ha informato che al-Husayn sarà ucciso presso l’Eufrate. Mi ha detto: "Vuoi sentire la terra ove egli sarà ucciso?”. Egli tese la sua mano, raccolse un pugno di terra e me la diede. Non sono più riuscito ad impedire alle lacrime di scendere dai miei occhi.” 
(citato da Ibn Khatir "Istish-hàd al-Husayn”, op. cit., p. 126).

 

Il pianto di al-Husayn ferisce il cuore del Profeta (S)
Allorché il Profeta (S) sentiva al-Hasan o al-Husayn piangere, egli diceva a sua figlia Fatima (A):

  1. Perché questi bambini piangono? Non sai che i loro pianti mi rattristano (mi fanno male)?

(Citato da Abbas Mahmoud al-‘Aqqad "Al-Abqariyyàt al-Islàmiyyeh 2”, capitolo "Fatima al-Zahra”, op. cit., p. 315).


Il Profeta (S) e al-Husayn (A): due esseri della stessa essenza

Al-Tarmadi, citando Ya’li ibn Marrah, riporta questa testimonianza:
"Il Profeta disse: "Husayn fa parte di me ed io faccio parte di Husayn. Dio ama chi ama al-Husayn. Al-Husayn è un santo (sibt*) tra i santi.” 
(citato da Ibn Khatir "Istish-hàd al-Husayn”, Matba’at al-Madani, Il Cairo, p. 139).

* Sibt significa (nel testo): colui che è il migliore all’interno di una nazione (vedi il senso dettagliato di questo termine in: Lisàn al’Arab)

 

Sostenere al-Husayn(A) è un dovere

Il padre di Ash’ath ibn Samih ha detto:
"Io ho sentito il Messaggero di Dio dire: "Mio figlio – vale a dire al-Husayn – sarà assassinato su una terra chiamata Karbala. Chiunque lo vedrà, dovrà sostenerlo.” 
(Citato da Ibn Khatir "Istisha-hàd al-Husayn”, Matba’at al-Madani, Il Cairo, p. 125).

 

Al-Husayn (A): criterio di fedeltà al Profeta (S)

Abu Hurayra, citato dall’Imam Ahmad ibn Hanbal, riporta:
”Il Profeta (S), riguardo a al-Hasan, al-Husayn e Fatima, disse: "Io sarò in guerra con chiunque sarà in guerra contro di voi ed in pace con chiunque sarà in pace con voi.” 
(Citato da Ibn Khatir "Istisha-hàd al-Husayn”, op. cit., p. 138).

 

Dio mio: ama al-Husayn

Secondo Ibn Ahmad:
"Il Profeta strinse al-Hasan e al-Husayn dicendo: "Dio mio, io li amo. Amali dunque!” 
(citato da Ibn Khatir "Istish-hàd al-Husayn”, op. cit., p. 141)

 

Amare al-Husayn (A) è amare il Profeta (S)

L’Imam Ahmad ibn Hanbal riporta la testimonianza seguente di Abi Hurayrah:
"Il Profeta disse: "Colui che ama al-Hasan e al-Husayn, amerà me, e colui che li odierà, mi avrà odiato” 
(Citato da Ibn Khatir "Istish-hàd al-Husayn”, op. cit. p. 138)

www.islamshia.org








Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: