IQNA

3:35 - June 19, 2018
Notizie ID: 3482977
Iqna - Il Leader della Rivoluzione islamica iraniana, l’ayatollah Seyed Ali Khamenei, ha descritto il regime sionista di Israele come il principale fattore dietro le attuali divisioni nella regione e tra le nazioni musulmane

Israele dietro le divisioni nella regione

Il Leader della Rivoluzione islamica iraniana, l’ayatollah Seyed Ali Khamenei, ha descritto il regime sionista di Israele come il principale fattore dietro le attuali divisioni nella regione e tra le nazioni musulmane.

“È politica del fronte arrogante fomentare la discordia tra le nazioni musulmane e all’interno delle nazioni. L’unico modo per contrastare questa politica, formulata dall’America criminale e dai sionisti, è individuare gli schemi dei nemici e opporsi a loro”, ha dichiarato ieri l’Ayatollah Khamenei, rivolgendosi a un raduno a Teheran di alti funzionari iraniani e comandanti militari, nonché ambasciatori di Paesi musulmani in Iran.

Il Leader iraniano ha aggiunto che la ricerca dell’unità e la risoluzione delle differenze sono tra i fattori chiave che potrebbero contribuire alla gloria e alla dignità dei Paesi musulmani. Sottolineando che il regime israeliano è la causa principale dietro le divisioni esistenti nella regione e tra le nazioni musulmane, l’ayatollah Khamenei ha dichiarato: “Il regime sionista è stato fondato sulla falsità. Hanno forzatamente e per mezzo di coercizione, minaccia e forze armate, hanno espulso una nazione storica e un popolo sovrano dalla loro terra. È possibile eliminare la Palestina dalla memoria storico-geografica del mondo?”.

Khamenei ha aggiunto: “Come tutti i Paesi liberi, il popolo della Palestina, veri palestinesi, dovrebbe essere sottoposto a un sondaggio per determinare il sistema politico della Palestina. Questo organo di governo deciderà sul futuro degli immigrati in Palestina. Non c’è altra soluzione e questo deve portare all’eliminazione del regime sionista”.

“Il problema del regime sionista non riguarda i legami diplomatici con gli altri Stati, da risolvere se alcuni Stati senza spina dorsale nella regione hanno stabilito legami con esso. Riguarda le nazioni; non sarà risolto dagli sforzi della Casa Bianca, spostando la sua ambasciata. Si tratta della illegittimità fondamentale del regime”, ha riferito la Guida suprema.

Il Leader ha inoltre sottolineato che il regime sionista “non durerà a lungo”, affermando che tutte le esperienze storiche implicano che il regime sionista perderà indubbiamente in un futuro non troppo lontano.

 

ilfarosulmondo.it

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: