IQNA

23:53 - November 14, 2019
Notizie ID: 3484514
Tehran-Iqna- Il capo dell'organizzazione dell'Hajj e del pellegrinaggio dell'Iran ha dichiarato che l'Arabia Saudita ha accettato due dei requisiti preliminari richiesti dall'Iran per la ripresa dell'invio di pellegrini iraniani per l'Umrah

Ripresa pellegrinaggio Umrah: sauditi accettano condizioni iraniane

Il capo dell'organizzazione dell'Hajj e del pellegrinaggio dell'Iran ha dichiarato che l'Arabia Saudita ha accettato due dei requisiti preliminari richiesti dall'Iran per la ripresa dell'invio di pellegrini iraniani per l'Umrah.

Ali Reza Rashidian ha aggiunto che i funzionari di Riyad stanno prendendo in considerazione la terza condizione posta dall'Iran.

Il funzionario ha espresso la speranza che, visti gli ultimi sviluppi positivi nelle relazioni tra i paesi della regione, la questione della partecipazione di cittadini iraniani al pellegrinaggio di Umra venga presto risolta.

Rashidian ha inoltre sottolineato che sono già stati avviati i preparativi preliminari per la partecipazione dei pellegrini iraniani ai riti dell'Hajj del prossimo anno.

L'Iran non invia pellegrini in Arabia Saudita per la Umra dal 2015. Ciò è dovuto ai fatti accaduti durante il pellegrinaggio dell'Hajj di quell'anno.

l 24 settembre 2015 migliaia di pellegrini, tra cui almeno 465 iraniani, hanno perso la vita in seguito ad una ressa nella zona di Mina, vicino alla Mecca, durante l'esecuzione dei rituali dell' Hajj.

Tra loro c'erano cinque membri di una delegazione coranica iraniana: Hasan Danesh, Amin Bavi, Mohsen Hajihasani Kargar, Foad Mash’ali e Saeed Saeedizadeh.

La ressa è ricordata come l'incidente più grave nella storia del pellegrinaggio alla Mecca. Secondo un conteggio della Associated Press basato su dichiarazioni ufficiali dei 36 paesi che hanno perso cittadini nel disastro, più di 2.400 pellegrini hanno perso la vita nell'incidente. Altre stime comunque portano il numero dei caduti a oltre 7 mila persone.

Gli osservatori ritengono che la negligenza e la non curanza delle autorità saudite nella mancata prevenzione e nella fase dei soccorsi sia stata la causa principale della strege. Molte delle vittime infatti sono decedute di sete nelle ore successive all'incidente mentre si trovavano ancora a terra, ammassati uno sopra l'altro, senza aver ricevuto aiuti.

La Umrah è un pellegrinaggio islamico alla città santa della Mecca che può essere intrapreso in qualsiasi momento dell'anno, a differenza dell'Ḥajj che ha date specifiche secondo il calendario lunare islamico.

L'esecuzione della Umrah inoltre è facoltativa, cioè non sussiste un obbbligo per il musulmano di intraprendere tale pellegrinaggio,cosa diversa per l'Hajj che deve essere svolta almeno una volta nel corso della vita di un fedele musulmano che ne abbia le condizioni fisiche ed economiche.

 

 

 

 

https://iqna.ir/fa/news/3856675

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Iqna-E' autorizzata la riproduzione esclusivamente citando la fonte

Nome:
Email:
* Commento: