IQNA

16:29 - January 06, 2021
Notizie ID: 3485831
Tehran-Iqna- Il governo etiope ha annunciato che provvederà a ricostruire la moschea Al Nejashi, parzialmente danneggiata nei recenti scontri scoppiati nella regione del Tigray

Il governo etiope ha annunciato che provvederà a ricostruire la moschea Al Nejashi, parzialmente danneggiata nei recenti scontri scoppiati nella regione del Tigray.

L'iconica moschea, situata nel distretto di Kilte Awulaelo, ospita le tombe dei compagni del Profeta Mohammad (Che Dio benedica lui e la sua famiglia) che nel settimo secolo d. C. si rifugiarono in Etiopia, su consiglio dello stesso Profeta, per fuggire alla persecuzione ad opera degli idolatri della Mecca.

Soprannominata dai musulmani etiopi come "la seconda Mecca", la moschea Al Nejashi è stata colpita e danneggiata in più punti dall'uso di armi pesanti durante un'operazione militare lanciata a novembre contro il movimento separatista Tigray People's Liberation Front (TPLF).

Un funzionario dell'Autorità etiope per la ricerca e la conservazione del patrimonio culturale ha affermato che un team tecnico del governo si recherà a breve sul sito per verificare l'entità dei danni subiti dalla moschea in vista dell'avvio dei lavori di ricostruzione.

Il 4 novembre scorso il governo etiope ha lanciato un'operazione militare contro il TPLF, le cui forze avevano preso d'assalto il giorno prima il comando settentrionale dell'esercito prendendo il controllo della zona. 

Il 28 novembre, il primo ministro etiope Abiy Ahmed ha dichiarato terminata l'operazione militare dopo la conquista della capitale regionale Mekele per mano dell'esercito.

 

 

 

 

https://iqna.ir/en/news/3473609

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: