IQNA

Jihad Islamico, 34 anni di Resistenza

10:31 - October 07, 2021
Notizie ID: 3486734
Iqna - Il 6 ottobre 2021, il movimento del Jihad Islamico in Palestina commemora il 34esimo anniversario della fondazione

Jihad Islamico, 34 anni di Resistenza

 

Il 6 ottobre 2021, il movimento del Jihad Islamico in Palestina commemora il 34esimo anniversario della fondazione. Mercoledì mattina si è svolta una grande celebrazione al Rashad Al-Shawa Cultural Center di Gaza City. Altre celebrazioni si sono svolte contemporaneamente nei campi profughi palestinesi di Beirut e Damasco.

Il leader del Movimento Jihad islamico, Muhammad Al-Harazin, ha dichiarato: “I preparativi per commemorare il 34esimo anniversario della fondazione stanno andando a pieno ritmo secondo il piano che è stato approvato”.

Al-Harazin ha spiegato che i preparativi includono tutti i comitati del movimento, indicando che ci sono attività varie, alcune delle quali pubbliche, altre mediatiche ed elettroniche.

Il leader del Jihad ha sottolineato che il comitato di supervisione delle celebrazioni tiene conto delle condizioni economiche e sanitarie della nostra gente, indicando le grandi difficoltà economiche dovute all’assedio e al diffondersi della pandemia di Corona. Queste sono le ragioni che ha spinto il comitato di sorveglianza a non tenere grandi feste popolari e di massa, come era consuetudine nelle precedenti occasioni.

Al-Harazin ha aggiunto: “Il movimento non terrà grandi festival di massa e ci saranno celebrazioni che si terranno contemporaneamente all’interno del Paese e nella diaspora, poiché la celebrazione principale si terrà presso il Centro culturale Rashad Al-Shawa a Gaza. Durante le tre celebrazioni, i partecipanti assisteranno al discorso pubblico pronunciato dal leader Ziad Al-Nakhala, segretario generale del movimento. Il discorso sarà trasmesso anche su molti canali satellitari e piattaforme media”.

Jihad Islamico omaggia gli eroi di Gilboa

Un omaggio particolare è riservato alla grande vittoria e all’eroica azione dei prigionieri che hanno infranto le restrizioni e umiliato l’entità sionista nella prigione di Gilboa. Il leader palestinese ha sottolineato che l’occasione della celebrazione di quest’anno è un impegno di fedeltà ai prigionieri, confermando un sostegno assoluto per raggiungimento della loro libertà.


di Yahya Sorbello

 

 

 

 

 

ilfarosulmondo.it

Nome:
Email:
* Commento:
captcha