IQNA

Cristiani iracheni vittime dei crimini di guerra dell’Isis

23:46 - December 05, 2022
Notizie ID: 3488326
Iqna - Le prove raccolte in Iraq rafforzano i risultati preliminari secondo cui i terroristi dell’Isis hanno commesso crimini contro l’umanità e crimini di guerra contro i cristiani, ha dichiarato la squadra investigativa delle Nazioni Unite

Cristiani iracheni vittime dei crimini di guerra dell’Isis

 

Le prove raccolte in Iraq rafforzano i risultati preliminari secondo cui i terroristi dell’Isis hanno commesso crimini contro l’umanità e crimini di guerra contro i cristiani, ha dichiarato la squadra investigativa delle Nazioni Unite.

Il rapporto al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, diffuso giovedì, afferma che i crimini includevano il trasferimento forzato e la persecuzione dei cristiani, il sequestro delle loro proprietà, la violenza sessuale, la riduzione in schiavitù e altri “atti disumani”.

Inoltre, il team ha affermato di aver identificato leader e membri di spicco del gruppo estremista dell’Isis che hanno partecipato all’attacco e alla conquista di tre città prevalentemente cristiane nelle pianure di Ninive a nord della seconda città più grande dell’Iraq, Mosul, nel luglio e nell’agosto 2014. Hamdaniyah, Karamlays e Bartella. 

Nel 2014, i mercenari dell’Isis hanno occupato le città irachene e dichiarato un sedicente califfato in una vasta fascia di territorio in Siria e Iraq. Il gruppo è stato formalmente dichiarato sconfitto in Iraq nel 2017 dopo una sanguinosa battaglia che ha lasciato decine di migliaia di morti e città in rovina, ma le sue cellule dormienti continuano a organizzare attacchi in diverse parti dell’Iraq.

Il rapporto di 26 pagine è stato presentato dalla squadra investigativa delle Nazioni Unite per promuovere la responsabilità per i crimini commessi dal gruppo Isis, noto anche come Isil e Daesh. Il team ha aggiornato le sue indagini sullo sviluppo e l’uso di armi chimiche e biologiche da parte degli estremisti, attacchi alle comunità yazidi e sunnite, esecuzioni di massa di prigionieri e detenuti nella prigione di Badush vicino a Mosul nel giugno 2014 e crimini a Tikrit e dintorni.

 

 

www.ilfarosulmondo.it

Nome:
Email:
* Commento:
captcha