IQNA

23:41 - December 14, 2019
Notizie ID: 3484597
Tehran-Iqna- Sheikh Muhammad Ahmed Zaghmout ha auspicato la necessità di fondare un'organizzazione internazionale con il compito di supervisione i Tafseer (esegesi) del Sacro Corano

Studioso palestinese sollecita la fondazione di un'organizzazione mondiale per la supervisione dei Tafseers

Il religioso e studioso di scienze islamiche palestinese, Sheikh Muhammad Ahmed Zaghmout, ha auspicato la necessità di fondare un'organizzazione internazionale con il compito di supervisione i Tafseer (esegesi) del Sacro Corano.

In un'intervista con IQNA, Zaghmout, che dirige attualmente il Consiglio islamico palestinese in Libano, ha affermato che gli studiosi sciiti e sunniti dovrebbero lavorare insieme per fondare una tale organizzazione.

Secondo il religioso, che è anche lui impegnato nella stesura di un Tafseer del Corano, stabilire un ente di questo tipo è una necessità per contrastare ideologie deviate che hanno origine da interpretazioni errate di alcuni versetti del Libro Sacro.

"Gruppi deviati ed estremisti interpretano i versetti coranici in un modo non coerente con l'intento reale dei versi", ha aggiunto Zaghmout.

Parlando della sua esegesi,  Zaghmout ha spiegato che si tratta di notato che sta scrivendo un'esegesi del Corano in arabo di nome Al-Taysir fi Tafseer.

Parlando della sua esegesi, chiamata "Al-Taysir fi Tafseer", Zaghmout ha spiegato che si tratta di una breve interpretazione del Libro Sacro che può essere utile per i normali lettori, in particolare per gli studenti universitari.

Lo studioso ha aggiunto che l'uso di parole ed espressioni complicate ed obsolete è stato evitato nella stesura del suo Tasfeer in modo che tutti possano leggerlo e capirlo.

Il religioso ha evidenziato che molte persone comuni hanno difficoltà a comprendere non solo i vecchi Tafseer ma anche molte esegesi del Corano contemporaneo perché queste tendono ad utilizzare molte parole e termini difficili.

Per Zaghmout dovrebbe esserci una campagna per semplificare le esegesi del Corano in modo che chiunque possa trarne beneficio.

Parlando inoltre delle traduzioni del Corano, lo studioso ha affermato che i traduttori dovrebbero impegnarsi maggiormente nel trasmettere accuratamente il contenuto e il messaggio dei versetti e prestare attenzione allo Shaan Nuzul (occasioni o circostanze di rivelazione).

 

 

https://iqna.ir/fa/news/3862723

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Iqna-E' autorizzata la riproduzione esclusivamente citando la fonte

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: