IQNA

23:51 - November 27, 2021
Notizie ID: 3486910
Tehran-Iqna- Dieci juz' (sezioni) di un'antica copia manoscritta del Corano sono stati portati alla luce nella città di Konya, in Turchia

Turchia: ritrovata a Konya copia manoscritta del Corano risalente al XVI secolo

 

Dieci juz' (sezioni) di un'antica copia manoscritta del Sacro Corano sono stati portati alla luce nella città di Konya, in Turchia.

Il manoscritto è stato rinvenuto nel deposito della storica moschea Sultan Selim nel distretto di Karapınar di Konya. La copia, risalente al sedicesimo secolo, fu donata al distretto di Karapinar dallo stesso Selim II, uno dei più importanti regnanti dell'impero ottomano.

Il Muftì di Karapınar, Yunus Aydın, ha dichiarato all'Agenzia Anadolu di essere molto entusiasta per la scoperta. "Quando il manoscritto è stato esaminato abbiamo notato che vi erano menzionati il ​​nome del sultano Selim II e il nome di Karapınar. Abbiamo contattato il professor Mustafa Aşkar della Facoltà di teologia dell'Università di Ankara al riguardo. Quando ha affermato che il ritrovamento era molto importante, abbiamo deciso di metterlo in mostra nella nostra moschea", ha detto Aydın.

"Durante il periodo in cui il sultano Selim era un şehzade (il titolo dato ai principi ottomani) a Konya, ha portato molte opere e servizi a Karapınar. Anche questo è un dono che ha inviato, lasciato in eredità a Karapınar. Un Mushaf (Corano) di alto valore artistico e magistralmente scritto. In origine era composto da 30 juz, ma ora ce ne sono rimasti solo 10. Sulla copertina interna è scritto "Vakfu'l-merhum es-Sultan Selim Han, Medine-i Karapınar" (Lascito alla città di Karapınar dal sultano Selim Han) in caratteri taliq. Il Mushaf è scritto in caratteri naskh, mentre l'inizio e la fine delle Surah sono scritti in caratteri thuluth (thuluth significa un terzo, è definito così perché in questo tipo di calligrafia un terzo di ogni lettera è inclinato) e con colore 'surkh' ( rosso). Il calligrafo e la data esatta della realizzazione del manoscritto sono sconosciuti", ha spiegato il Muftì.

Il religioso ha affermato che nessuno sapeva dell'esistenza del manoscritto e che era rimasto nel deposito della moschea per un lungo periodo di tempo, Aydın ha continuato: "L'abbiamo appena trovato, era sconosciuto fino a poco tempo fa. Non possiamo dire che sia un Corano completo. La prima parte di ogni Corano inizia con la Surah Fatiha, e questa è la parte più preziosa. Qui questa parte è scritta in caratteri thuluth in modo magistrale. La esporremo nella moschea".

Il governatore distrettuale Oğuz Cem Murat ha sottolineato a tal proposito che la storica moschea è una delle opere più importanti e preziose della regione in termini di architettura. "Questo è uno sviluppo che ci entusiasma oggi. Un'opera molto preziosa è stata trovata nell'archivio della moschea grazie agli sforzi del Mufti e dei nostri colleghi. In questo Corano l'atto di donazione del sultano Selim Han per la città di Karapınar' è scritto chiaramente. Corrisponde al 1500", ha detto.

 

 

 

 

https://iqna.ir/en/news/3476642

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: