IQNA

7:37 - May 04, 2020
Notizie ID: 3485026
Iqna - Quello che segue è un estratto dal discorso tenuto il 30 aprile 2019 dalla Guida della Rivoluzione Islamica, l’Imam Khamenei, in occasione dell’imminente arrivo del mese di Ramadan

Imam Khamenei: Non dobbiamo perdere l’opportunità del sahar

 

Cari amici, il mese di Ramadan è un’occasione importante. Si tratta davvero di una valida opportunità per promuovere [i valori religiosi], chiarirli, familiarizzare con la gente, aiutare i bisognosi e – al di sopra di tutto – adorare Dio, digiunare, sedersi alla tavola della misericordia divina e del Banchetto divino. Questo Banchetto è rappresentato dal vostro atto di digiunare, dal vostro compiere le Preghiere rituali meritorie (Nafilah) e quelle doverose quotidiane.

Ci sono ovviamente molti riti e atti meritori prescritti per il mese di Ramadan. Se diamo uno sguardo all’opera Iqbal di Sayyid ibn Tawus per ogni singola notte troviamo menzionati innumerevoli riti e Preghiere rituali meritorie. Alcuni di noi sono davvero negligenti al riguardo mentre altri ne ignorano l’importanza. Non voglio addentrarmi su questo argomento ora, ma vi sono almeno certi riti e certi atti che dovrebbero essere rispettati.  

Tutti si svegliano prima dell’alba (sahar) durante il mese di Ramadan. Non dobbiamo perdere questo momento, perché costituisce un’opportunità davvero grande. Ho detto ripetutamente che in questo mondo sempre pieno di impegni, se non traiamo beneficio dalla veglia prima dell’alba (sahar), non avremo altro tempo per rimanere in solitudine con noi stessi, con i nostri cuori e con il nostro Dio. Davvero non abbiamo altri momenti nel corso della giornata. Siamo troppo occupati. Delle ventiquattro ore quotidiane alcune le trascorriamo dormendo e nelle restanti abbiamo differenti impegni e preoccupazioni.

Oggi giorno il tempo libero che esisteva in passato non c’è più. Non è un difetto dell’epoca presente, ma una delle sue caratteristiche. Oggi ci sono vari mezzi e strumenti e la vita è diventata meccanica; ci sono alcuni fenomeni che non esistevano in passato. Le preoccupazioni sono quindi aumentate e durante il giorno non abbiamo tempo libero.

Naturalmente ci sono persone che sono in uno stato perpetuo di prossimità divina e di costante ricordo di Dio (dhikr): mentre si recano in qualche luogo, quando compiono una transazione, mentre realizzano un lavoro tecnico o mentre lavorano con il computer.  “…e sono costanti nella loro orazione” (Sacro Corano, 70: 23) Persone così esistono, ma noi non siamo così e siamo distanti da costoro.

La nostra unica opportunità è la veglia prima dell’alba. Non perdiamo l’opportunità del sahar, perché altrimenti non avremo altri momenti simili.

 

 

islamshia.org 

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: