IQNA

23:58 - July 29, 2021
Notizie ID: 3486471
Tehran-Iqna- Il leader spirituale dei musulmani sciiti della Nigeria, Sheikh Ibrahim Zakzaky, è stato liberato oggi dopo circa sei anni di prigionia

Nigeria: Sheikh Ibrahim Zakzaky libero dalla prigione

 

Il leader spirituale dei musulmani sciiti della Nigeria, Sheikh Ibrahim Zakzaky, è stato liberato oggi dopo circa sei anni di prigionia.

La Corte suprema dello stato di Kaduna ha respinto le accuse contro il religioso e sua moglie ordinandone la liberazione. Sheikh Zakzaky era sotto processo per le accuse infondate e pretestose mosse contro di lui da parte delle autorità governative.

Con la sentenza di oggi la corte ha decretato l'infondatezza delle accuse confermando una precedente delibera del 2016 in cui veniva chiesta la liberazione del religioso. In quell'occasione comunque le autorità governative si erano rifiutate di dare seguito alla sentenza.

La vicenda di Sheikh Zakzaky e di sua moglie aveva attirato l'attenzione dei media internazionali come un caso di persecuzione religiosa e politica. L'arresto del religioso era infatti visto come un modo per colpire la comunità islamica sciita del paese.

Sheikh Zakzaky era inoltre noto per le sue posizioni critiche nei confronti delle politiche imperialiste americane e sioniste, fatto che, secondo molti osservatori, è stato il motivo principale delle persecuzioni nei suoi confronti e delle pressioni esercitate sulla comunità sciita.

Sulla vicenda avrebbe influito anche il governo dell'Arabia saudita, allineata alle posizioni statunitensi ed israeliane e preoccupata dalla crescente popolarità di Zakzaky. Tutto ciò ha portato il governo nigeriano del presidente Momammad Bukhari, stretto alleato di Washington e Riadh, a perseguire Ibrahim Zakzaky e la comunità sciita in genarale.

Il caso di Sheikh Zakzaky e di sua moglie aveva suscitato in questi anni forti polemiche a livello internazionale. Le organizzazioni per la difesa dei diritti umani hanno accusato le autorità nigeriane di persecuzione e violazione dei diritti religiosi e politici della comunità sciita.

Lo stesso arresto e le condizioni di detenzione del religioso e di sua moglie erano viste come una palese violazione dei diritti umani. Essi erano infatti detenuti in condizioni precarie e privati dei più elementari diritti, situazione che ha portato ad un deterioramento delle condizioni di salute dei due.

Sheikh Ibrahim Zakzaky, leader spirituale dei musulmani sciiti della Nigeria e fondatore dell'IMN (Movimento islamico della Nigeria), venne arrestato nel dicembre 2015 quando le forze di sicurezza del regime nigeriano hanno assaltato la sua abitazione ed un centro islamico sciita nella cittadina di Zaria.

Nel brutale attacco persero la vita centinaia di sostenitori del IMN, tra cui 3 figli dello stesso Zakzaky, mentre lui e sua moglie rimasero gravemente feriti. Nell'assalto il religioso ha perso la vista ad un occhio. La strage è attualmente oggetto di un'indagine preliminare da parte della Corte penale internazionale.

 

 

 

 

 

Iqna-E' autorizzata la riproduzione citando la fonte  

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: