IQNA

Forum religioso Kazakistan: islamofobia una delle principali barriere alla pace globale

23:54 - October 09, 2021
Notizie ID: 3486742
Tehran-Iqna- I partecipanti a un forum religioso in Kazakistan hanno descritto l'islamofobia come uno dei principali ostacoli alla realizzazione della pace nel mondo

Forum religioso Kazakistan: islamofobia una delle principali barriere alla pace globale

 

I partecipanti a un forum religioso in Kazakistan hanno descritto l'islamofobia come uno dei principali ostacoli alla realizzazione della pace nel mondo.

L'evento si è tenuto nei giorni scorsi nella città di Nur-Sultan, in Kazakistan, nell'ambito del 19° incontro del gruppo di lavoro e del segretariato del "Congresso dei leader delle religioni mondiali e tradizionali".

Al forum sono intervenuti rappresentanti di organizzazioni internazionali e associazioni ed istituti religiosi da paesi come Kazakistan, Pakistan, Iran, Turchia, Egitto, Azerbaigian, Russia, India, Arabia Saudita, Gran Bretagna e Vaticano.

I partecipanti hanno elogiato il Kazakistan per gli sforzi compiuti sulla via del dialogo interreligioso. Essi hanno inoltre espresso preoccupazione per il registrarsi di un'impennata di alcuni fenomeni deprecabili nel corso della pandemia, dovuto in larga parte all'aumentata presenza del web e dei sociel network nella vita delle persone. Tra questi, l'hate speach e la diffusione di odio contro le diverse religioni ed etnie, una maggiore attività di proselitismo dei gruppi estremisti ed un generale rafforzamento del materialismo e della cultura del profitto dove si tende a dare la priorità a interessi personali e locali su quello che è invece il bene dell'umanità nella sua interezza.

L'Alto rappresentante dell'Alleanza delle civiltà delle Nazioni Unite, Miguel Angel Moratinos, nel suo discorso all'incontro ha sottolineato il ruolo delle religioni nella società e nella creazione di una pace globale sicura e sostenibile affermando che il forum offre una buona opportunità a politici, leader religiosi e organizzazioni internazionali per tenere colloqui sullo sviluppo sostenibile del mondo e sul dialogo interreligioso.

Al forum è intervenuto anche Allahshukur Hummat Pashazade, Sheikh ul-Islam e Gran Mufti sciita del Caucaso. Il religioso ha posto l'accento sulla crescente tendenza all'islamofobia nel mondo sottolineando che ciò è una delle principali barriere sulla via della pace mondiale.

Pashazade ha inoltre invitato i leader politici ed i rappresentanti delle varie religioni a lavorare insieme per promuovere i valori umani nella società.

Zahra Rashidbeigi, accademica iraniana e responsabile del gruppo di dialogo Islam-Cristianesimo Ortodosso dell'ICRO (Organizzazione della cultura e relazioni islamiche), ha ricordato la responsabilità dei leader religiosi nel contrasto alle guerre e ai conflitti nel mondo.

La studiosa ha esortato tutti ad impegnarsi per la promozione della convivenza pacifica e del rispetto reciproco ed a lavorare insieme per debellare idee discriminatorie realizzando così un percorso che serva tutta l'umanità.

Il 7° Congresso dei leader delle religioni mondiali e tradizionali si terrà a Nur-Sultan nel settembre 2022 per discutere il ruolo dei leader religiosi nello sviluppo spirituale e sociale dell'umanità nel mondo post pandemia.

 

 

 

 

https://iqna.ir/en/news/3475954

Nome:
Email:
* Commento:
captcha