IQNA

Al-Azhar: l'hijab è un obbligo religioso e un segno di obbedienza a Dio

10:27 - July 05, 2022
Notizie ID: 3487762
Tehran-Iqna- Il Centro per la Fatwa, legato al seminario islamico di Al-Azhar, ha lanciato l'allarme contro alcune false affermazioni sul Sacro Corano

Hijab è un obbligo religioso e un'obbedienza al comandamento di Dio

 

Il seminario islamico di Al-Azhar ha lanciato l'allarme contro alcune recenti false affermazioni sul Sacro Corano.

Il Centro per la Fatwa di Al-Azhar ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un articolo intitolato "Rispondi ai critici" in cui, rispondendo ad alcune affermazioni sul Corano, ha ribadito l'importanza dell'hijab, definita come una regola dell'Islam ed un segno di obbedienza a Dio Onnipotente.

"L'hijab è una delle regole dell'Islam e un segno di obbedienza a Dio Onnipotente, pertanto il rispetto di tale precetto è obbligatorio per una donna musulmana adulta", ha affermato il centro per la fatwa.

In precedenza Mohammad Salem Abu Assi, ex direttore della scuola di specializzazione dell'Università Al-Azhar, aveva messo in dubbio la necessità per le donne di portare l'hijab accusando alcuni predicatori di non aver capito i tempi in cui viviamo e sostenendo che oltre l'80% dei sermoni religiosi sulle donne sono ispirati a falsi hadith, negando dunque la presenza del precetto di hijab nel Sacro Corano. 

Le parole dell'ex funzionario di Al-Azhar hanno scatenato un'ondata di critiche da più parti. La maggior parte delle critiche verte sul fatto che Abu Assi ha trascurato ben noti versetti del Corano incentrati sulla necessità dell'hijab:


...وَقُلْ لِلْمُؤْمِنَاتِ يَغْضُضْنَ مِنْ أَبْصَارِهِنَّ وَيَحْفَظْنَ فُرُوجَهُنَّ وَلَا يُبْدِينَ زِينَتَهُنَّ إِلَّا مَا ظَهَرَ مِنْهَا وَلْيَضْرِبْنَ بِخُمُرِهِنَّ عَلَى جُيُوبِهِنَّ


"E di' alle credenti di abbassare i loro sguardi ed essere caste e di non mostrare, dei loro ornamenti, se non quello che appare (normalmente); di lasciar scendere il loro velo fin sul petto e non mostrare i loro ornamenti ad altri che ai loro mariti, ai loro padri, ai padri dei loro mariti, ai loro figli, ai figli dei loro mariti, ai loro fratelli, ai figli dei loro fratelli, ai figli delle loro sorelle, alle loro donne…” (Corano 24:31)

 

«يَا أَيُّهَا ​​​​النَّبِيُّ قُلْ لِأَزْوَاجِكَ وَبَنَاتِكَ وَنِسَاءِ الْمُؤْمِنِينَ يُدْنِينَ عَلَيْهِنَّ مِنْ جَلَابِيبِهِنَّ ذَلِكَ أَدْنَى أَنْ يُعْرَفْنَ فَلَا يُؤْذَيْنَ وَكَانَ اللَّهُ غَفُورًا رَحِيمًا

"O Profeta, di' alle tue spose, alle tue figlie e alle donne dei credenti di coprirsi con i loro veli; e’ meglio così in modo che possano essere riconosciute e non siano molestate. Allah è perdonatore, misericordioso" (Corano 33:59)


E' bene ricordare che l'hijab e la sua importanza e centralità nella religione islamica è un concetto universalmente accettato da tutte le scuole islamiche e sostenuto sia da diversi passaggi del Sacro Corano molto chiari su questo argomento, sia da noti hadith del Profeta e degli Ahl al-Bayt (la Famiglia e Discendenza del Profeta).

L'importanza dell'hijab ed in generale del concetto di pudore è inoltre confermato da studi e analisi di tipo sociale, in particolare dall'osservazione degli effetti nefasti sulla collettività e sulla tenuta dell'armonia sociale che l'abbandono di alcuni valori come il pudore ha creato in molte società moderne.

 

 

 

https://iqna.ir/fr/news/3481201

Nome:
Email:
* Commento:
* :