IQNA

18:00 - September 19, 2021
Notizie ID: 3486661
Tehran-Iqna- Gli attori musulmani di Bollywood sono discriminati a causa della loro religione, ma la maggior parte di loro non parla per paura di ripercussioni sul lavoro

India: stella di Bollywood parla della discriminazione degli attori musulmani

 

Gli attori musulmani di Bollywood sono discriminati a causa della loro religione, ma la maggior parte di loro non parla per paura di ripercussioni sul lavoro.

Nasiruddin Shah, attore indiano di Bollywood, ha denunciato in un'intervista le discriminazioni religiose esistenti in questa compagnia, dichiarando: “Gli attori musulmani di Bollywood sono discriminati e perseguitati a causa della loro religione, ma la maggior parte di loro non parla per paura di ripercussioni perché hanno molto da perdere".

In passato l'industria cinematografica di Bollywood non era né islamofoba né discriminatoria, ma ora il governo la incoraggia a produrre film che condividono le idee del governo e lodino le azioni del primo ministro Narendra Modi.

L'attore ha aggiunto che lui non è stato discriminato perché possiede una quota significativa in questo settore e genera reddito, tuttavia, molti musulmani discriminati non parlano per paura di ripercussioni negative sul lavoro e la carriera. "Gli attori musulmani di Bollywood sono rimasti in silenzio perché si sentivano minacciati, e i musulmani sono spesso puniti per i loro commenti”.

Nel 2015 Nasiruddin Shah è stato criticato per aver pubblicizzato un libro del pakistano Khorshid Mahmoud Kasuri. Il Pakistan è uno storico rivale dell'India tanto che i due paesi hanno combattuto ben 4 guerre negli ultimi 70 anni.

L'attore non ha mai rinunciato ad esprimersi. Di recente le sue osservazioni sulla conquista dell'Afghanistan da parte dei talebani hanno attirato molte polemiche. Alcuni musulmani hanno criticato aspramente le sue osservazioni, accolte invece con favore dal partito del primo ministro Modi.

 

 

 

 

 

https://iqna.ir/fr/news/3478040

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: