IQNA

Violenze anti islamiche in India: Ulema musulmani si riuniscono in sostegno a musulmani indiani

23:53 - October 12, 2021
Notizie ID: 3486753
Tehran-Iqna- L'Unione internazionale degli ulema musulmani (IUMS) terrà una conferenza online per discutere sulla situazione dei musulmani indiani e delle modalità per fornire loro aiuto di fronte alle atrocità subite

Violenze anti islamiche in India: Ulema musulmani si riuniscono in sostegno a musulmani indiani

 

L'Unione internazionale degli ulema musulmani (IUMS) terrà una conferenza online per discutere sulla situazione dei musulmani indiani e delle modalità per fornire loro aiuto di fronte alle atrocità subite.

Ali Muhieddin Qaradaghi, segretario generale dell'Unione, ha scritto una lettera ai membri del consiglio, chiedendo la partecipazione di studiosi e pensatori musulmani all'incontro online.

La conferenza è intitolata "Gli ulema musulmani sono al fianco dei musulmani indiani" e si terrà giovedì 14 ottobre alle 14:00 ora della Mecca (12:00 CET).

La conferenza si terrà tramite la piattaforma Zoom con la partecipazione di studiosi musulmani da tutto il mondo.

In India si sta assistendo nelle ultime settimane ad una nuova ondata di violenza contro i musulmani nello stato dell' Assam. La violenza arriva con l'intento di espellere coloro che sono stati descritti come migranti illegali provenienti dal Bangladesh. Tuttavia, i rapporti indicano che i musulmani vengono presi di mira nonostante il fatto che la maggior parte di loro avesse già dimostrato la propria cittadinanza indiana.

Diversi video e foto delle violenze contro i musulmani sono diventati virali in questi giorni. In uno dei video, una persona che è stata descritta come un fotografo attacca brutalmente un civile musulmano che era già stato colpito.

Nel mentre, le forze indiane hanno distrutto centinaia di case in una zona rurale, uccidendo un bambino e rendendo migliaia di persone senza casa.

Il partito nazionalista indù del primo ministro Narendra Modi, il BJP, ha condotto una lunga campagna contro i musulmani in Assam, che costituiscono un terzo della popolazione dello stato.

Nel 2018 il governo Modi ha privato milioni di musulmani dell'Assam della cittadinanza indiana, sostenendo che fossero immigrati illegali dal Bangladesh.

Gli sgomberi forzati nello stato sono iniziati il ​​20 settembre. Ottocento famiglie sono state costrette a lasciare le loro case perché per il governo erano state "costruite illegalmente".

 

 

 

https://iqna.ir/en/news/3476013

Nome:
Email:
* Commento:
captcha