IQNA

23:58 - June 17, 2020
Notizie ID: 3485167
Iqna - Decine di coloni, scortati dalle forze di polizia israeliane, hanno invaso la moschea di al-Aqsa, nella Gerusalemme occupata, mercoledì mattina

Gerusalemme, decine di coloni invadono al-Aqsa

Decine di coloni, scortati dalle forze di polizia israeliane, hanno invaso la moschea di al-Aqsa, nella Gerusalemme occupata, mercoledì mattina.

Secondo fonti locali, la polizia di occupazione israeliana ha espulso i fedeli musulmani dall’area orientale della moschea mentre i coloni stavano visitando i suoi cortili.

Testimoni locali hanno riferito di aver visto, per la prima volta, una poliziotta della setta ultra-ortodossa Haredi tra gli agenti di polizia che sorvegliavano i coloni durante i loro tour.

Nei giorni scorsi, gruppi di coloni hanno intensificato le loro visite provocatorie nei cortili della moschea al-Aqsa, dove la polizia ha impedito la presenza di fedeli musulmani al fine di proteggere i coloni da eventuali reazioni rabbiose.

La moschea al-Aqsa è esposta all’invasione quotidiana dei coloni e delle forze di polizia israeliane, al mattino e al pomeriggio, tranne il venerdì e il sabato.

La polizia israeliana chiude la porta di al-Maghariba, che viene utilizzata dagli ebrei per entrare nella moschea, alle 10:30, dopo che i coloni hanno completato i loro tour mattutini nel luogo sacro. Più tardi nel pomeriggio, lo stesso cancello viene riaperto per i tour serali dai coloni.

Durante la presenza di coloni all’interno del complesso della Moschea, vengono imposte restrizioni all’ingresso dei fedeli musulmani alle Porte che conducono alla Moschea e i loro documenti di identità vengono sequestrati fino a quando non lasciano il luogo santo.

La polizia israeliana di occupazione, che non ha alcuna giurisdizione sulla moschea di al-Aqsa, emette o estende anche divieti di ingresso arbitrari ordinando ai cittadini e ai figure pubbliche di Gerusalemme di non entrare nel sito santo islamico per settimane o mesi.

Recentemente dopo che l’autorità dei Beni islamici -Awqaf – di Gerusalemme ha riaperto la moschea di al-Aqsa ai fedeli musulmani dopo la sua chiusura per oltre due mesi come misura per prevenire la diffusione del coronavirus, la polizia israeliana ha intensificato l’esilio dei cittadini palestinesi dal sito santo islamico.

Durante le ultime settimane, sono stati emessi ordini di divieto di ingresso ad al-Aqsa contro decine di figure di Gerusalemme, addetti e attivisti di al-Aqsa.

Si ritiene che tale politica illegale faccia parte di pratiche volte a consentire ai coloni di eseguire rituali senza opposizione palestinese e spianare la strada allo stato di occupazione israeliano per controllare il luogo santo.

 

 

 

Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: