IQNA

23:10 - July 24, 2020
Notizie ID: 3485290
Tehran-Iqna- Secondo il Gran Muftì d'Egitto la giurisprudenza islamica non contiene alcuna obiezione legale alla possibilità di costruire chiese con denaro appartenente ai musulmani

La giurisprudenza islamica non contiene alcuna obiezione legale alla possibilità di costruire chiese con denaro appartenente ai musulmani.

Ad affermarlo il Grand Mufti d'Egitto, Shekh Shawki Ibrahim Abdel-Karim Allam, in un intervento televisivo in cui ha sottolineato il fatto che l'Egitto, pur essendo un paese a larga maggioranza islamica, dedica una quantità considerevole di risorse economiche alla costruzione di luoghi di culto cristiani.

Il Gran Muftì ha continuato ricordando il rispetto del Profeta Mohammad (Che Dio benedica lui e la sua famiglia) per i luoghi di culto di cristiani ed ebrei, ovvero quelli che nel Sacro Corano sono menzionati come "Gente del Libro".

Shawki Allam ha citato a tal proposito le raccomandazioni impartite ai musulmani da parte del Profeta (SW), tanto che anche in caso di guerre intraprese dai musulmani per autodifesa, ordinava a questi ultimi di non recare danno alle chiese ed ai monasteri e di non tutelare l'incolumità dei monaci.

Il Grand Mufti egiziano ha inoltre espresso la sua contrarietà circa la recente riconversione del museo di Hagia Sofia in moschea, voluta dal presidente turco Rajab Tayyeb Erdogan.

Il religioso ha ricordato che nella storia dell'Egitto nessun luogo di culto cristiano è stato mai convertito in un luogo di culto islamico.



 

 

https://iqna.ir/fr

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: