IQNA

23:51 - March 24, 2022
Notizie ID: 3487411
Tehran-Iqna- Un tribunale locale in Francia ha revocato la decisione del governo di chiudere una moschea vicino alla città di Bordeaux

Francia: corte revoca decisione del governo su chiusura di una moschea a Bordeaux

 

Sefen Guez Guez, l'avvocato dell'associazione della moschea Al Farouk, ha dichiarato mercoledì che il tribunale amministrativo di Bordeaux ha annullato la decisione del 14 marzo del Governatorato della Gironda di chiudere la moschea per sei mesi.

Ha osservato che la decisione della corte è stata un passo contro la chiusura “ingiusta” delle moschee negli ultimi anni, aggiungendo che i musulmani possono riunirsi nella moschea.

La moschea Al Farouk nel quartiere di Pessac vicino alla città di Bordeaux è stata chiusa per presunta difesa dell'"Islam radicale" e "diffusione dell'ideologia salafita".

Ad agosto, la massima autorità costituzionale francese ha approvato una controversa legge sull'"antiseparatismo" che è stata criticata per aver individuato i musulmani, cancellando solo due dei suoi articoli.

Il disegno di legge è stato approvato dall'Assemblea nazionale a luglio nonostante la forte opposizione dei legislatori di destra e di sinistra.

Il governo sostiene che la legge mira a rafforzare il "sistema laico" francese, ma i critici ritengono che limiti la libertà religiosa ed emargina i musulmani.

La legge è stata criticata per aver preso di mira la comunità musulmana francese – la più grande d'Europa, con 3,35 milioni di membri – e per aver imposto restrizioni su molti aspetti della loro vita.

Consente ai funzionari di intervenire nelle moschee e nelle associazioni responsabili della loro amministrazione, nonché di controllare le finanze delle associazioni affiliate ai musulmani e delle organizzazioni non governative.

Limita inoltre le scelte educative dei musulmani rendendo l'istruzione domiciliare soggetta al permesso ufficiale.

Secondo la legge, ai pazienti è inoltre vietato scegliere il proprio medico in base al sesso per motivi religiosi o di altro tipo.

La Francia è stata criticata da organizzazioni internazionali e ONG, in particolare l'ONU, per aver preso di mira ed emarginato i musulmani con la legge.

Da febbraio 2018, la Francia ha controllato quasi 25.000 moschee, scuole, associazioni e luoghi di lavoro e ne ha chiuse 718, di cui oltre 20, secondo un rapporto pubblicato il 2 marzo.

 

 

 

https://iqna.ir/en/news/3478264

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: