IQNA

23:58 - May 24, 2022
Notizie ID: 3487612
Tehran-Iqna- Il custode del sacro santuario dell'Imam Reza (AS) ha affermato che l'unità tra musulmani e indù è stata la chiave per sconfiggere i colonialisti, osservando che sono ora in corso complotti per seminare il seme della discordia tra questi due gruppi indiani

Qom: religioso iraniano avverte di complotti per seminare discordia tra indù e musulmani in India

 

"L'unità e la cooperazione di indù e musulmani sono state la chiave del successo e del potere dell'India e l'arroganza globale cerca di continuare il suo colonialismo promuovendo la divisione nel paese", ha affermato l'Hojjat-ol-Islam Ahmad Marvi, custode del santuario dell'Imam Reza (AS).

Le osservazioni sono giunte nel corso di in un incontro nella città di Mashhad con una delegazione di studiosi musulmani dell'India e del Bangladesh guidata dall'Imam del Jamia Masjid di Delhi, Seyyed Ahmed Bukhari.

I nemici dell'Islam guidati da Stati Uniti, Regno Unito e il regime israeliano hanno sempre avuto paura del potere e dell'unità del mondo musulmano, ha sottolineato Marvi.

Ha anche chiamato l'islamofobia come un'altra strategia usata dai nemici per prendere di mira l'Islam e i musulmani. "L'arroganza globale ha creato Daesh (ISIS) sia per aprire la strada all'uccisione di musulmani sia per introdurre l'Islam come religione violenta".

Da parte sua, Seyyed Ahmed Bukhari ha elogiato la buona gestione del santuario nonostante il gran numero di pellegrini.

"Lo scopo del nostro viaggio in Iran è incontrare studiosi musulmani iraniani e rafforzare le relazioni esistenti tra i musulmani iraniani e indiani", ha aggiunto.

La delegazione aveva in precedenza effettuato una visita al santuario di Hazrat Fatima Masumeh (SA) nella città di Qom.

 

 

 

https://iqna.ir/en/news/3479019

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: