IQNA

23:52 - May 07, 2018
Notizie ID: 3482828
Gaza-Iqna-Da diverse settimane le zone di confine tra la striscia di Gaza ed i territori occupati del 1948 sono attraversati da un'ondata di protesta da parte della popolazione palestinese che chiede Io sblocco dell'assedio imposto su Gaza ed il ritorno dei palestinesi alle loro terre d'origine
 
Sessioni di Corano al confine tra Gaza e territori occupati 
 
Da diverse settimane le zone di confine tra la striscia di Gaza ed i territori occupati del 1948 sono attraversati da un'ondata di protesta da parte della popolazione palestinese che chiede Io sblocco dell'assedio imposto su Gaza ed il ritorno dei palestinesi alle loro terre d'origine nelle zone oggi occupate dagli israeliani.Queste proteste palestinesi hanno preso il nome di "Grande marcia del ritorno".

Dal 30 Marzo la violenza israeliana verso il movimento ha provocato fino a questo momento il martirio di circa cinquanta palestinesi.Gli attacchi, tuttavia, non hanno impedito ai manifestanti di tenere sessioni coraniche, secondo Palestine Online.

I manifestanti hanno infatti allestito delle tende nelle zone adiacenti alle manifestazioni,in cui vengono organizzate attività coraniche di diverso tipo.

Taha Saud, un recitatore e memorizzatore del Sacro Corano palestinese, ha detto a tal proposito:"Il suono della recitazione del Corano si sente di solito nelle moschee o nei centri coranici.Tuttavia, volevamo avere un'esperienza diversa questa volta".

Egli ha aggiunto che le sessioni di recitazione del Corano si svolgono nei campi al mattino. "I proiettili israeliani non possono infrangere la nostra decisione di recitare l'intero Corano davanti agli occhi degli occupanti", ha aggiunto.

 

 

 

 

 

 

Iqna-E' autorizzata la riproduzione esclusivamente citando la fonte

 

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: