IQNA

23:52 - September 21, 2021
Notizie ID: 3486671
Iqna - Un giovane ebreo ortodosso, che teme per la propria vita dopo aver rifiutato di far parte dell’esercito israeliano, sta cercando asilo nel Regno Unito, secondo quanto riferito dall’agenzia Anadolu

Ebreo antisionista chiede asilo nel Regno Unito dopo aver rifiutato il servizio militare in Israele

 

Un giovane ebreo ortodosso, che teme per la propria vita dopo aver rifiutato di far parte dell’esercito israeliano, sta cercando asilo nel Regno Unito, secondo quanto riferito dall’agenzia Anadolu.

L’uomo, il cui nome non è stato rivelato su istruzione del tribunale, ha visto respingere la sua domanda di asilo nel Regno Unito nel dicembre 2020. Lunedì il tribunale deciderà sul suo ricorso.

L’uomo, di 21 anni, che sta seguendo una formazione formale per diventare rabbino, ha parlato con l’Agenzia Anadolu delle sue opinioni sul sionismo e sulla legittimità dello stato di Israele, nonché della sua posizione contro il servizio militare obbligatorio e il calvario che ha attraversato.

“Il sionismo è un affronto all’ebraismo. Secondo le scritture, al popolo ebraico è proibito da Dio di riunirsi in massa in Terra Santa come punizione per i suoi peccati e questa punizione sarà revocata solo con il ritorno del Messia”, ha detto, aggiungendo che “questa è stata l’opinione schiacciante dell’ebraismo globale, per decenni, prima dell’Olocausto”.

Ha sottolineato che il sionismo è un progetto politico che sfrutta la sofferenza ebraica e il popolo ebraico in generale per la propria agenda:

“Nel processo, ha dislocato con la forza il popolo palestinese indigeno e ne ha rubato la terra. I sionisti hanno portato avanti furti e uccisioni di massa per creare il loro stato sionista che discrimina gli arabi. Si sono ribellati a Dio nel modo più grave”.

Spiegando le sue ragioni contro l’esistenza di Israele, ha detto: “È un affronto all’ebraismo e ha messo in atto un sistema che soggioga il popolo palestinese indigeno rubando la loro terra, dislocando le persone, massacrandole e negando loro tutti i diritti”.

 

 

 

 

www.infopal.it

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: