IQNA

Fatti dal Cprano - 5

La fede religiosa è un fattore importante per dare speranza e prevenire il suicidio

23:47 - November 22, 2022
Notizie ID: 3488270
Tehran-Iqna- Se la religione è considerata come un progetto e uno stile di vita, è chiaro che un credente vive una vita piena di scopo, speranza e gioia. Una persona del genere non troverà mai un motivo per pensare al suicidio

La fede religiosa è un fattore importante per dare speranza e prevenire il suicidio

 

In uno studio condotto da ricercatori americani, il primo nel suo genere fino al 2004, hanno esaminato il legame tra suicidio e religione. Per questo studio è stato selezionato un gran numero di persone che hanno tentato il suicidio o che hanno tentato il suicidio e sono sopravvissute.

Le domande di queste persone, della loro famiglia e dei loro amici sul loro background religioso e sociale hanno rivelato che la maggior parte di loro erano persone con poca o nessuna religione.

In un altro studio i cui risultati sono stati pubblicati sull'American Journal of Psychology, è stato evidenziato il ruolo importante degli insegnamenti religiosi nel ridurre il tasso di suicidi. I risultati hanno anche mostrato che il matrimonio e l'avere figli, essere felici e stabili nelle relazioni sociali svolgono un ruolo nel dare speranza e dissuadere le persone dal pensare al suicidio.

Alcune delle conclusioni di questo studio sono le seguenti:

Il tasso di suicidi tra gli atei è il più alto.

Il tasso di suicidio è più alto tra le persone non sposate rispetto a quelle sposate.

Chi ha figli ha meno probabilità di suicidarsi.

Gli atei hanno un comportamento più aggressivo degli altri.

Chi è religioso è meno arrabbiato, aggressivo e irritabile.

La religione aiuta a sopportare meglio le difficoltà e lo stress della vita e riduce la possibilità di problemi psicologici.

Gli atei hanno maggiori probabilità di avere vite fallite e mancano di connessioni sociali e quindi pensare al suicidio è più facile per loro.

Questo studio aveva una raccomandazione finale: la cultura religiosa è un trattamento adeguato per il fenomeno del suicidio. Lo studio ha anche rilevato che la religione è un fattore importante nella prevenzione della depressione e della disperazione.

Si può concludere che la fede, il matrimonio e l'avere figli sono fattori che tengono le persone con problemi psicologici lontane dal suicidio.

Naturalmente, questo studio è stato condotto tra i non musulmani perché i musulmani sono raramente esposti a questo fenomeno, poiché l'Islam proibisce severamente il suicidio.

Potresti aver sentito parlare del suicidio del famoso scrittore americano Dale Carnegie. Si è suicidato dopo aver scritto così tanti libri e guadagnato ricchezza e fama per il semplice motivo che non aveva uno scopo nella vita.

Ora, dopo aver letto i risultati di questi studi, il messaggio dei musulmani e delle persone che hanno fede in Dio, ogni persona irreligiosa dovrebbe usare la sua mente e pensare a questi fatti scientifici che dimostrano che gli atei sono i più disperati con un alto tasso di suicidi. tra loro.
Raramente sono felici e calmi a causa della loro distanza dalla religione che li rende senza scopo nella vita. Deve tornare al linguaggio della scienza, della ragione e della logica.

I musulmani raccomandano di agire secondo questa preghiera straordinaria: “Signore, non distogliere i nostri cuori dalla tua guida e concedici misericordia. Tu sei il più lodato". (Sura Al Imran, versetto 8)

 

 

 

https://iqna.ir/es/news/3507421

Nome:
Email:
* Commento:
captcha