IQNA

18:20 - July 11, 2020
Notizie ID: 3485238
Tehran-Iqna- Il Consiglio di stato della Turchia ha messo fine al contenzioso che andava avanti da decenni

Il museo di Hagia Sophia torna ad essere una moschea.

A deciderlo una sentenza del Consiglio di stato, il più alto tribunale amministrativo della Turchia, che ha posto così fine ad un contenzioso che andava avanti da decenni.

La decisione del tribunale era attesa da mesi, dopo che negli ultimi due anni si erano fatte sempre più insistenti le voci che chiedevano il ritorno del museo allo status di moschea. Tra queste anche quella del presidente turco Rajab Tayyeb Erdogan.

Hagia Sophia fu trasformata in museo nel 1935 a seguito di un ordine dell'allora presidente e fondatore della Repubblica di Turchia, Mustafa Kemal, detto Ataturk.

L'idea della riconversione a moschea di Hagia Sofia ha sempre suscitato le reazioni negative non solo di estremisti kemalisti turchi, fedeli ancora alla linea laicista di Ataturk, ma anche del mondo greco ortodosso.

Il complesso, prima di diventare moschea in seguito alla conquista ottomana di Costantinopoli del 1453, è stata infatti un'importante basilica greco ortodossa e sede principale del Patriarcato ortodosso.

Ciò fa sì che il mondo greco ortodosso si senta tutt'ora legato all'antica basilica e cerchi ancora di dire la sua sulle vicende che riguardano Hagia Sophia. Da qui le proteste ogniqualvolta si è parlato di far ritornare la struttura al suo ruolo di moschea.

Ricordiamo però che dalla vittoria ottomana fino alla decisione di Ataturk del 1935, Hagia Sophia è stata utilizzata ininterrottamente come moschea per circa sei secoli, fungendo da principale luogo di culto islamico della città. La decisione di Ataturk venne sulla scia delle sue politiche di de-islamizzazione e secolarizzazione forzata della società turca.

A oltre ottant'anni dalla mossa del fondatore della Turchia moderna però, l'attuale presidente turco Erdogan, in un discorso nel 2018 tenuto all'interno di Hagia Sophia, ha espresso l'auspicio di poter far tornare il complesso al suo ruolo di moschea. In quell'occasione Erdogan recitò anche dei versi del Sacro Corano dalla Sura Al-Fatiha.

Da allora si sono moltiplicati gli appelli da parte della maggioranza islamica in Turchia di revocare la decisione di Ataturk, a cui hanno fatto da contraltare l'opposizione della minoranza laicista e del mondo greco ortodosso.

La decisione del Consiglio di stato di far tornare Hagia Sophia alla funzione di moschea ha suscitato prevedibili prese di posizione negative da parte della Grecia, dell'Unione Europea e degli Stati Uniti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Iqna-E' autorizzata la riproduzione esclusivamente citando la fonte

 

 

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: