IQNA

15:58 - December 24, 2019
Notizie ID: 3484619
Kualalumpur-Iqna- L'Iran, la Malesia, la Turchia e il Qatar stanno prendendo in considerazione la possibilità di commerciare tra di loro in oro e attraverso un sistema di baratto per battere eventuali sanzioni economiche future su di loro

L'Iran, la Malesia, la Turchia e il Qatar stanno prendendo in considerazione la possibilità di commerciare tra di loro in oro e attraverso un sistema di baratto per battere eventuali sanzioni economiche future su di loro.

Lo ha affermato il Primo ministro della Malesia Mahatir Mohammad a termine di un vertice panislamico tenutosi la scorsa settimana nel paese asiatico.

Mahathir ha elogiato l'Iran e il Qatar per aver resistito agli embarghi economici a cui sono stati sottoposti negli ultimi anni sottolineando l'importanza per il mondo musulmano di diventare autosufficiente al fine di poter affrontare al meglio le minacce future.

"Con un sistema internazionale in cui certi attori prendono decisioni unilaterali nell'imporre misure punitive contro altre nazioni, la Malesia così come altri paesi dobbiamo tener sempre presente di poter essere vittime di tali azioni in futuro".  imporre tali misure punitive, la Malesia e le altre nazioni devono sempre tenere presente che può essere imposta a ciascuno di noi", ha detto Mahathir.

Gli stati arabi alleati degli Stati Uniti, come l'Arabia Saudita, gli Emirati Arabi Uniti, il Bahrain e l'Egitto hanno interrotto i legami diplomatici e commerciali con il Qatar circa 2 anni fa accusandolo di sostenere il terrorismo. L'Iran, nel frattempo, ha dovuto affrontare un ritorno delle sanzioni dopo che gli Stati Uniti si sono ritirati dagli accordi sul nucleare nel maggio del 2018. dopo che gli Stati Uniti hanno reintrodotto le sanzioni l'anno scorso.

Il primo ministro malese ha aggiunto: "Ho suggerito di approfondire nuovamente l'idea di commerciare attraverso l'uso del dinaro d'oro e del baratto. Stiamo esaminando seriamente questo aspetto e speriamo di poter trovare un meccanismo per metterlo in atto".

La scorsa settimana, la capitale della Malesia, Kualalumpur, ha ospitato un summit panislamico a cui hanno partecipato i leader dei principali stati musulmani del mondo, come Iran, Turchia, Malesia e Qatar, con l'intento di discutere le problematiche del mondo islamico.

Al vertice non era però presente l'Arabia Saudita, non invitata al summit a causa delle sue politiche considerate in contrasto con gli interessi della Ummah islamica.

L'assenza dell'Arabia Saudita ha portato molti osservatori a considerare il vertice di Kualalumpur come il primo passo per l'istituzione di un nuovo asse tra i paesi islamici indipendenti, in contrasto con i paesi a maggioranza islamica che sono invece asserviti agli interessi degli Stati Uniti.

 

 

https://iqna.ir/en

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Iqna-E' autorizzata la riproduzione esclusivamente citando la fonte

tag: Malesia ، Islam ، Ummah ، Turchia ، Iran ، Qatar ، oro ، commercio ، baratto ، Arabia Saudita ، Iqna
Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: