IQNA

23:58 - October 30, 2020
Notizie ID: 3485623
Tehran-Iqna- L'Ayatollah Seyyed Ali Khamenei ha esortato i giovani francesi a meditare circa le ragioni alla base del sostegno espresso da parte del presidente francese alle offese contro il Profeta dell'Islam (SW)

Vignette islamofobe: Guida Suprema scrive a giovani francesi

 

In seguito alle polemiche scoppiate in Francia e nel mondo islamico dopo la pubblicazione di vignette offensive contro il Profeta Mohammad (Che Dio benedica lui e la sua famiglia) sulla rivista Charlie Hebdo e le affermazioni islamofobe di Emmanuel Macron in difesa di tale atto, la Guida Suprema della Rivoluzione islamica, l'Ayatollah Seyyed Ali Khamenei, ha scritto a tal proposito una lettera indirizzata ai giovani francesi.

Riportiamo di seguito il testo della lettera:

 

Nel nome di Dio

Giovani di Francia

Vi invito di chiedere al vostro presidente il motivo per cui egli insiste nel difendere le offese e gli insulti rivolti al Messaggero di Dio in nome della "libertà di espressione".

La libertà di espressione significa forse oltraggio ed ingiuria, soprattutto nei confronti di personalità sacre e rispettate? Tutta questa ottusità non è forse un insulto alla ragione delle persone che lo hanno eletto?

La prossima domanda da porgere è: perché (in Francia) è considerato reato sollevare dubbi sull'Olocausto? Perché chiunque scriva di tali dubbi viene arrestato mentre al tempo stesso è consentito insultare il Profeta (SW)?


Seyyed Ali Khamenei

28 ottobre 2020

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Iqna-E' autorizzata la riproduzione esclusivamente citando la fonte 

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: