IQNA

7:08 - May 16, 2020
Notizie ID: 3485074
Iqna - Ieri, giorno 21 del Sacro mese di Ramadan, il mondo islamico ha ricordato l'anniversario del martirio dell'Imam Ali (Che la pace sia su di lui), primo infallibile Imam della tradizione sciita

Anniversario martirio Imam Ali (AS)

Ieri, giorno 21 del Sacro mese di Ramadan, il mondo islamico ha ricordato l'anniversario del martirio dell'Imam Ali (Che la pace sia su di lui), primo infallibile Imam della tradizione sciita.

L'Imam Ali (AS) raggiunse il martirio dopo che due giorni prima, il 19 di Ramadan, fu colpito dalla spada avvelenata di Ibn Muljam mentre si trovava in preghiera nella moschea di Kufa. Ibn Muljam era un membro della setta deviata dei Khawarej.

Quel giorno, al crepuscolo prima dell'alba, mentre l'Imam Ali (AS) era intento a pregare nella moschea di Kufa, il deviato Ibn Muljam lo colpì di spalle con una spada impregnata di veleno, esattamente nel momento in cui l'Imam era in posizione di prosternazione (sojdeh) al cospetto di Iddio.

L'Imam Ali (AS) patì due giorni di sofferenze prima di raggiungere il martirio per la profonda ferita ed il veleno.

Nonostante il travaglio per la ferita riportata, l'Imam si preoccupò per la situazione di colui che lo aveva colpito. Infatti chiese che ad Ibn Muljam, che nel frattempo era stato catturato dai seguaci dell'Imam, non venga fatto mancare nulla durante la prigionia e che sia servito con lo stesso cibo riservato all'Imam stesso. L'Imam Ali inoltre mise in guardia i propri seguaci dal compiere qualsiasi tipo di maltrattamento o violenza verso il prigioniero e chiese loro di non fargli mancare  un giusto ed equo processo.

Così, l'Imam Ali (AS) fino all'ultimo momento diede dimostrazione del suo spirito di altruismo, del suo impegno per la giustizia, e della sua ottemperanza, senza se e senza ma, ai dettami islamici.

 

 

 

 

 

Iqna-E' autorizzata la riproduzione esclusivamente citando la fonte

 

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: