IQNA

Le Surah del Corano - 22

Sura Al-Hajj; avvertimento contro la disputa su Dio

23:55 - August 03, 2022
Notizie ID: 3487861
Iqna - In vari passi del Corano, Dio sfida coloro che rifiutano il messaggio divino, coloro che sono miscredenti o idolatri. Dio li sfida a creare una particella o a portare un versetto simile a quelli presenti nel Corano ma nessuno è mai stato in grado di farlo

Sura Al-Hajj; avvertimento contro la disputa su Dio

 

In vari passi del Corano, Dio sfida coloro che rifiutano il messaggio divino, coloro che sono miscredenti o idolatri. Dio li sfida a creare una particella o a portare un versetto simile a quelli presenti nel Corano ma nessuno è mai stato in grado di farlo.

Questo è il motivo per cui il Corano nella Surah Al-Hajj avverte gli uomini di avere timor di Dio ed evitare di mettere in discussione la via di Allah e seguire satana.

La Surah Al-Hajj è il 22° capitolo del Corano. E' composto da 78 versi e si trova nel 17° Joz' (sezione) del Libro Sacro. È la 103a Surah rivelata al Profeta Mohammad (SW).

La parola Hajj significa l'intenzione di fare qualcosa e nell'Islam si riferisce al pellegrinaggio annuale ed ai rituali alla Mecca. Poiché 13 versetti della Surah (da 25 a 37) riguardano la Kaaba, la sua storia e gli effetti sociali e politici dell'Hajj, alla Surah è stato dato il nome di Al-Hajj.

La Surah ha inizio con un versetto che ricorda alle persone il Giorno della Resurrezione e il terribile terremoto che avverrà in quell'occasione: “Popolo, temete il vostro Signore; il terremoto (del regno fisico) nell'Ora del Destino sarà terribilmente violento".

Il contenuto generale della Surah riguarda le caratteristiche e il destino dei fedeli e di diversi gruppi di miscredenti. Il primo gruppo di miscredenti sono coloro che, senza alcuna conoscenza, parlano degli attributi di Dio e delle sue azioni ed obbediscono a satana ed ai demoni suoi discepoli. Alla fine saranno condotti alla punizione e al fuoco dell'inferno da quegli stessi demoni.

Il secondo gruppo sono quelli che cercano di sviare gli altri. Loro, che sono i leader dei mushrikeen (i politeisti) finiranno per ricevere una punizione umiliante nel Giorno del Giudizio. Il terzo gruppo è costituito da coloro che apparentemente adorano Dio, ma la loro fede è stabile quando raggiungono la pace ogni volta che sentono una buona notizia, ma si allontanano da Dio ogni volta che subentra una difficoltà. Anche questo gruppo è tra i perdenti.

D'altra parte, ci sono i fedeli a cui Dio ha conferito uno status elevato.

Inoltre, alcuni versetti di questa Surah discutono del Tawhid (monoteismo - Unicità di Dio) e della necessità di adorare l'Unico Dio, e mettono in guardia contro il politeismo e le sue conseguenze evidenziando la specificità del Giorno del Giudizio e il suo terribile terremoto.

La Surah contiene anche passaggi su diversi aspetti spirituali e giuridici dell'Hajj, sulla Jihad contro i tiranni, sulla recitazione delle preghiere, sul pagamento della Zakat e sulla promozione della virtù e la prevenzione del vizio.

Inoltre elabora alcuni valori etici come il Tawakkol (riporre fiducia in Dio), mette in guardia dal commettere peccati e disobbedire a Dio, e sottolinea il legame tra Taqwa (timore di Dio), buone azioni e aiuto divino.

 

 

 

https://iqna.ir/en/news/3479908

Nome:
Email:
* Commento:
captcha