IQNA

Le Surah del Corano - 33

Surah Al-Ahzab; il punto di vista del Corano su uomini e donne

23:42 - October 01, 2022
Notizie ID: 3488065
Tehran-Iqna- La differenza tra uomini e donne sta nei loro corpi poiché entrambi hanno un'anima e possono raggiungere la perfezione. L'Islam non vede alcuna differenza tra uomini e donne da questa prospettiva

Surah Al-Ahzab; il punto di vista del Corano su uomini e donne

 

La Surah Al-Ahzab è il 33° capitolo del Sacro Corano. Con un totale di 73 versi, la Surah si trova nei Joz' (sezioni) 21 e 22 del Libro Sacro. E' una Surah madani, ovvero rivelata al Profeta nella città di Medina. E' la 90a Surah del Corano rivelata al Profeta Mohammad (Che Dio benedica lui e la sua famiglia).

Il nome della Surah deriva dalla Ghazwat al-Ahzab (Battaglia dei coalizzati) a cui si fa riferimento nei versetti 9-25. La parola "Ahzab" è stata menzionata nei versetti 20 e 22 e indica gruppi di infedeli che avevano costruito un'alleanza per affrontare l'Islam e il Profeta Mohammad (SW), dando inizio alla battaglia omonima.

I fatti menzionati nella Surah sono avvenuti tra gli anni 2 e 5 del calendario islamico (hijri). A quel tempo, il governo islamico di Medina era nelle sue fasi iniziali ed i musulmani stavano attraversando condizioni difficili poiché infedeli, ebrei ed ipocriti tramavano contro di loro. Nel frattempo, il Profeta Mohammad (SW) si batteva da un lato contro le regole sociali e le tradizioni retrograde dell'Età dell'Ignoranza (la Jahillia, il periodo pre islamico nella penisola arabica), e dall'altro resisteva ai complotti dei nemici.

La Surah contiene anche informazioni sulle mogli del Profeta e indica anche ciò che Dio si aspettava da loro, come ignorare gli affari mondani, competere con gli altri nell'obbedire ai comandi di Dio, astenersi dai peccati e non uscire di casa.

Tra gli altri punti della Surah c'è il riferimento alla somiglianza tra uomini e donne nell'ottenere buoni tratti. Il versetto 35 della Surah recita: "In verità i musulmani e le musulmane, i credenti e le credenti, i devoti e le devote, i leali e le leali, i perseveranti e le perseveranti, i timorati e le timorate, quelli che fanno l’elemosina e quelle che fanno l’elemosina, i digiunatori e le digiunatrici, i casti e le caste, quelli che spesso ricordano Allah e quelle che spesso ricordano Allah, sono coloro per i quali Allah ha disposto perdono ed enorme ricompensa".

Questo versetto nomina 10 comportamenti virtuosi e caratteristiche per tutti gli uomini e le donne. Alcune di queste sono legate alla credenza ed altre all'etica; alcuni di loro sono Wajib (obbligatori) ed altri sono Mustahabb (consigliati - meritevoli). Ciò dimostra che uomini e donne sono identici nel raggiungimento di tutti questi tratti. Questo versetto è un esempio della visione egualitaria dell'Islam nei confronti dell'anima e dell'essenza degli uomini e delle donne.

 

 

 

https://iqna.ir/en/news/3480686

Notizie correlate
Nome:
Email:
* Commento:
captcha