IQNA

Surah del Corano - 6

Surah Al-An'am, una descrizione completa del credo e della sharia

21:44 - June 17, 2022
Notizie ID: 3487702
Tehran-Iqna- La Sura Al-An'am ci descrive la vita del Profeta Abramo e la profezia sui suoi figli, presentando l'Islam come la continuazione del percorso dei profeti precedenti

Surah Al-An'am, una descrizione completa del credo e della sharia

 

La parola "an'am" si traduce in dono che in questo caso si riferisce agli animali da fattoria, presi metaforicamente a simbolo dei doni di Dio agli uomini. La Surah contiene 165 versi ed è situata nel 7° e 8° Joz' (sezione) del Corano. La Surah Al-An'am è la 55a Surah rivelata al Profeta Mohammad (SW). La rivelazione è avvenuta nella città della Mecca facendo dunque di Al-An'am una delle Surah meccane. Queste ultime sono caratterizzate da riferimenti e dalla trattazione dei principi dell'Islam tra cui Tawhid, Nubuwwat e Ma'ad.

Essa è tra le Surah i cui versi sono stati rivelati al Profeta Mohammad (SW) tutti in una volta. Inoltre è considerata tra le  cosiddette "Hamidat Surah" poiché inizia con la parola "Hamd" o lode di Allah. La ragione dietro al nome della Surah è il fatto che in 15 versi ci sono riferimenti ad animali da fattoria come mucche, pecore, cammelli e capre presi metaforicamente a simbolo dei doni di Dio agli uomini.

L'intento principale della Surah è dimostrare il Tawhid o l'Unità e Unicità di Dio Onnipotente. Di conseguenza, racconta la storia del dialogo di Abramo con gli infedeli sulla natura futile dell'adorazione delle stelle, della luna e del sole. Inoltre nella Surah è menzionato che Dio Onnipotente accetta la richiesta di Abramo di conferire la profezia a suo figlio e ai suoi nipoti riportando così i nomi di 17 profeti. I versi indicano poi il Profeta Mohammad (SW) come il successore di tutti i profeti divini e gli chiedono di annunciare il fatto che l'Islam non ha aspetti nazionali o etnici poiché il suo messaggio è rivolto a tutto il mondo.

La Sura Al-An'am è una presentazione completa del credo islamico e della Sharia. In tutta la Surah si possono trovare risposte ai sospetti sollevati dagli oppositori della fede. Nella Surah la parola "Qol" che significa letteralmente "dii" (seconda persona singolare di dire) è stata ripetuta ben 44 volte, il che mette in evidenza il confronto del Profeta Mohammad (SW) con domande e sospetti posti dagli infedeli. La Surah ci dimostra lo sforzo costante del Corano nel rettificare le credenze dell'uomo, specialmente negli aspetti riguardanti la presenza e la natura di Dio.

 

 

 

https://iqna.ir/en/news/3479183

Nome:
Email:
* Commento:
* :