IQNA

23:38 - December 31, 2019
Notizie ID: 3484643
Parigi-Iqna- L'ex ambasciatore francese in Israele ha invitato, in un tweet, il governo di Parigi a reprimere la religione islamica ed i musulmani sul modello della storica persecuzione contro i cattolici romani durante la Rivoluzione francese

Francia: ex ambasciatore in Israele chiede persecuzione dei musulmani

L'ex ambasciatore francese in Israele ha invitato, in un tweet, il governo di Parigi a reprimere la religione islamica ed i musulmani sul modello della storica persecuzione contro i cattolici romani durante la Rivoluzione francese.

Gérard Araud, che è stato ambasciatore in Israele dal 2014 al 2019, ha dichiarato su Twitter:
 
"La Repubblica, come ha fatto con il cattolicesimo, dovrà imporre la sua legge anche sull'Islam. Non dimentichiamo che ha inviato le truppe ai monasteri ed espulso migliaia di monaci. Non è stato facile. Potrebbe non esserlo anche questa volta, ma fermezza e buon senso ripagano".
 
Il tweet di Araud si riferisce alla persecuzione contro i cattolici romani e la Chiesa durante la Rivoluzione francese, messa in atto tra il 1789 e il 1790. Dopo la rivoluzione la Chiesa cattolica romana fu spogliata delle sue proprietà e la sua autorità.
 
Si stima che in quell'occasione circa 30.000 sacerdoti furono costretti a lasciare la Francia, centinaia furono giustiziati, mentre altri furono deportati nelle colonie francesi e imprigionati. Molte chiese e luoghi di culto sono inoltre stati chiusi, distrutti o utilizzati per altri scopi.
 
La richiesta di una simile persecuzione contro la comunità islamica in Francia con la scusa di prevenire "l'estremismo" arriva nel contesto di un crescente clima di odio e tensione nei confronti dei musulmani residenti nel paese.
 
Polemiche sul velo, sul burkini, sugli Imam, sul Corano, sugli attacchi islamofobici, sugli insulti al Profeta ... L'elenco continua.

 

 

https://iqna.ir/fr

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Iqna-E' autorizzata la riproduzione esclusivamente citando la fonte

Nome:
Email:
* Commento:
* captcha: